INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Pescara: sesso in un centro massaggi, 2 cinesi agli arresti domiciliari

Come copertura usavano un centro massaggi ubicato nel centro di Pescara dove in realtà venivano praticate prestazioni sessuali a pagamento. Per trovare i clienti pubblicavano annunci on line o sui giornali locali, usando immagini di avvenenti ragazze seminude che offrivano ‘massaggi’.

E’ il giro di sfruttamento della prostituzione scoperto dalla Squadra Mobile di Pescara al termine di un’indagine durata quasi un anno. Ricostruito un giro d’affari di almeno 20.000 euro al mese. Il gip del Tribunale di Pescara Nicola Colantonio, su richiesta dei pubblici ministeri che hanno diretto le indagini, Salvatore Campochiaro e Valentina D’Agostino, ha emesso una ordinanza di sottoposizione agli arresti domiciliari a carico di un uomo e una donna cinesi. Un’indagine fatta di appostamenti, intercettazioni telefoniche e testimonianze dei numerosi clienti che frequentavano il centro, che sono stati anche ripresi dalle telecamere della polizia nel mentre delle prestazioni sessuali, che ha evidenziato come il mercato del sesso ‘low cost’ sia in mano ai cinesi.

Erano i due arrestati a tenere i contatti con i clienti e a gestire i ricchi incassi delle tre prostitute che giorno e notte lavoravano nel centro. Il gip ha anche sottoposto a sequestro preventivo l’immobile per impedire la reiterazione dei reati. Ulteriori particolari nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 11.30 odierne presso la sala conferenze della questura di Pescara (secondo piano plesso Squadra Mobile).

Fonte AGI

Foto di ANSA

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Uso del territorio, presentato il Disegno di Legge: dalla Regione il progetto per una nuova urbanistica

Kristin Santucci

Caso di stalking ad Avezzano, 33enne aquilano morbosamente geloso della sua compagna

Redazione IMN

VIDEO. Vicenda Santa Croce, oggi nuova assemblea: si lotta per il salario

Gioia Chiostri