INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Pescara, in zona rossa bar e ristoranti aperti a pranzo

Ristoranti e bar aperti a pranzo e a cena con prenotazione obbligatoria anche in zona rossa. Negozi aperti anche in zona rossa. Avanzate delle proposte che cambiano di tanto le carte in tavola.

Ristoranti e bar aperti a pranzo e a cena con prenotazione obbligatoria, negozi aperti anche in zona rossa, spostamenti consentiti tra comuni per andare dal proprio artigiano o commerciante di fiducia e rinegoziazione dei canoni di locazione. Si potrebbe e vorrebbe cambiare marcia a Pescara, a seguito di alcune proposte ufficiali che sono state avanzate da Confartigianato al Prefetto, il dottor Giancarlo Di Vincenzo. Così si legge sull’Ansa Abruzzo. La missione è quella di “tutelare il tessuto socioeconomico nel rispetto delle misure anti-Covid“.

All’incontro, virtuale, hanno preso parte il Prefetto, il presidente dell’associazione artigiana, Giancarlo Di Blasio, i vicepresidenti Barbara Lunelli e Paolo Verdecchia ed il direttore Fabrizio Vianale. Confartigianato Pescara ha consegnato il dossier di proposte al Prefetto, affinché “si faccia portavoce delle richieste presso il Ministero“.

Nel corso del confronto, si è parlato anche della sentenza del Tar del Lazio che ha disposto l’annullamento della misura contenuta nel Dpcm del 14 gennaio che escludeva i centri estetici dai servizi alla persona erogabili in zona rossa. Al Prefetto, in tal senso, è stato chiesto di “informare gli organi preposti al controllo su quanto stabilito dai giudici amministrativi”.

A vincere il ricordo al Tar, è stata l’associazione CONFESTETICA, maggiormente rappresentativa degli estetisti, che ha presentato ricorso al TAR Lazio in data 31 dicembre 2020, impugnando i DPCM del 03/11/2020, 03/12/2020 e 14/01/2021 e chiedendo il loro annullamento considerata la discriminazione nelle aperture tra parrucchieri ed centri estetici nelle zone rosse.

CONFESTETICA ha vinto il ricorso con sentenza n. 01862 del 16/02/2021 che ha annullato il DPCM del 14/01/2021 consentendo così l’apertura di tutti i centri estetici in Italia nelle zone rosse.

La sentenza è stata immediatamente esecutiva.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Mamme ai tempi del Covid-19: focus sul Reparto di Avezzano

Il primario del Reparto di Ostetricia e Ginecologia di Avezzano, Giuseppe Ruggeri, rassicura le sue ...
Redazione IMN

McKeown: «Addobbare in anticipo la casa rende felici»

Secondo lo psicologo luci e palline colorate fanno bene all’umore
Redazione IMN

Aeroporto d’Abruzzo, Paolucci: «Si realizza progetto del centrosinistra»

Il capogruppo del Pd interviene sull'allungamento della pista dell'Aeroporto abruzzese
Redazione IMN