INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Perdonanza L’Aquila, ancora caos biglietti

Prima sold out, poi no, poi di nuovo "tutto esaurito". Piattaforma per la prenotazione resta ancora chiusa per gli eventi principali, utenti disorientati

A cinque giorni dall’accensione del tripode che darà ufficialmente il via alle celebrazioni della Perdonanza celestiniana, risulta ancora bloccata per la maggior parte degli eventi la piattaforma per la prenotazione dei biglietti.

L’edizione 2021 dell’evento più importante per il capoluogo abruzzese che porta la città dell’Aquila alla ribalta nazionale ed internazionale grazie al messaggio di pace e fratellanza tra i popoli che lanciò nel 1294 Papa Celestino V, è caratterizzata dai soliti ritardi – ai quali ormai ci si è abituati, tanto da non fare più notizia – ma anche molto caos.

Esemplare in questo senso è il “caso Bennato”: le vendite dei biglietti per il concerto sono state aperte alle 19 di sabato 14 agosto, in pochissimo tempo l’evento è andato sold out. O forse no…

Circa 3 ore dopo il Comune dell’Aquila, e in particolare il Comitato organizzatore dell’evento, ha diffuso una nota in cui spiega che in realtà i biglietti ci sono, ben il 90%, ma “a causa di guasto imprevedibile al server non sono disponibili”. Si è reso necessario quindi chiudere momentaneamente la piattaforma.

“Abbiamo deciso di sospendere le vendite in attesa della manutenzione della piattaforma”, hanno spiegato dal Comitato. Ieri la nuova comunicazione: sarà possibile prenotare il concerto di Bennato da oggi.

Questa mattina effettivamente le vendite sono state riaperte, tanto che alcuni utenti – da quanto pubblicato sui social – sarebbero riusciti ad acquistare i biglietti. Anche questa volta il sold out è arrivato in meno di due ore e non sono mancate critiche e polemiche. Gli utenti sono sempre più disorientati e non è chiaro quando verranno riaperte le prenotazioni.

Immancabile anche l’ormai tradizionale “sgarbo istituzionale”: anche quest’anno gli inviti ai consiglieri comunali, almeno a quelli di opposizione, sono arrivati solo ieri, ma almeno – ci si consola nei corridoi di Palazzo Fibbioni – sono arrivati.

La Perdonanza però non è solo polemica, qualche nota positiva sicuramente c’è: la prima sicuramente va ricercata nell’invito a Papa Francesco – da parte del cardinale Giuseppe Petrocchi, arcivescovo Metropolita dell’Aquila – alla prossima edizione e poi il cartellone degli eventi serali, sempre molto ricco, mai scontato e apprezzato dal pubblico.

Il merito, o gran parte di esso, sicuramente va al maestro Leonardo De Amicis, direttore artistico della Perdonanza, molto legato al territorio e alle realtà culturali locali.

Il programma

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Ad Ortucchio, il Forno a conduzione familiare della solidarietà: un quintale di pane per l’Abruzzo che soffre

Gioia Chiostri

Campi da calcio off limits: “Ancora non si muove una foglia in Regione”

Tutto tace, ancora. Dopo la risoluzione firmata dal consigliere pentastellato Giorgio Fedele e ...
Redazione IMN

Edilizia: Ance Abruzzo, calo investimenti a -9,7% nel 2020

Contrazione bandi di gara per lavori pubblici del 28,7%
Redazione IMN