INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

PD su Alta Velocità Roma-Pescara: “Grazie al Governo Conte”

Commenta l'incontro tenutosi ieri a Roma sulla velocizzazione della strada ferrata: "Tutto è stato possibile solo grazie alla determinazione del Centrosinistra".

Referendum legge elettorale, Paolucci: “Maggioranza allo sbando"

Una sfida storica e pronta a concretizzarsi quella del potenziamento della linea ferroviaria Roma-Pescara Grazie al Governo Conte e riconoscimento pieno alla ministra De Micheli, nonché al lavoro che facemmo al tempo della Giunta regionale D’Alfonso”, così il capogruppo Pd in Consiglio Regionale Silvio Paolucci commenta l’incontro tenutosi a Roma per la velocizzazione della tratta ferroviaria.

Dopo anni è solo grazie al lavoro e alla determinazione del centrosinistra che la linea torna prioritaria – rimarca Paolucci – I tempi di percorrenza Pescara Roma potranno ora diventare sostenibili, tornando a collocare il vettore ferroviario fra quelli praticabili sia per gli abruzzesi diretti a Roma, che per i turisti, gli studenti, i pendolari tutti, che lo avevano abbandonato negli anni”, aggiunge il consigliere regionale.

“L’impegno preso dal Governo è più che rispettato, nel 2017 la Regione guidata dal centrosinistra con l’allora ministro delle infrastrutture Del Rio di concerto con i vertici del Ministero e della holding ferroviaria, ha provveduto a far diventare l’intervento un obiettivo del contratto di programma RFI/MIT per 1.556 milioni di euro e oggi abbiamo una progettazione appaltabile con i 15 milioni di euro dedicati per la elaborazione tecnica e in giacenza. Tutto questo troverà impulso grazie al Decreto semplificazioni, che ci consentirà un iter dai tempi più sostenibili e snelli, vista l’importanza della realizzazione. Marsilio si faccia trovare pronto con la macchina amministrativa al posto di fare un constante controcanto alle tutte le scelte governative, persino quelle più urgenti e sensibili dettate dalla pandemia, o di stare a riprecisare quelle già pronte come questa, solo perché si tratta di attestare la bontà dell’impegno altrui”.

“Lavori per l’Abruzzo con tutti i soggetti già in campo alla più veloce composizione dell’iter degli interventi e del cantiere, perché la linea ferroviaria risolleva la nostra economia, crea turismo, frenare lo spopolamento delle aree interne, incentiva i traffici e fa nascere un’economia europea, legata al corridoio Tirrenico-Adriatico di cui abbiamo bisogno per il futuro”, questa la conclusione.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Il Nuovo Ospedale dei Marsi prende vita: prime riunioni tecniche e prime bozze

Gioia Chiostri

Coronavirus, arriva in Abruzzo Tir con 20 mila mascherine

E' arrivato due giorni fa, un Tir con 20 mila mascherine FFP2. Saranno distribuite in tutte le Asl.
Redazione IMN

Sanità Marsica, Di Natale: “Situazione non più accettabile”

Una donna di Aielli, trasportata al Pronto Soccorso, dopo 24 ore ancora in attesa di ricovero
Redazione IMN