INFO MEDIA NEWS
NEWS Sport

Paterno, esonerato Fabio Iodice

 

E’ giunto al capolinea il lungo, intenso, carico e, a tratti, viscerale rapporto tra Fabio Iodice e il Paterno di Angelo Di Gregorio.

E’ arrivata in serata, come un fulmine a ciel sereno, la notizia dell’esonero del tecnico di Canistro. I canali ufficiali della società ancora tacciono, eppure, già nel pomeriggio, l’ambiente nerazzurro si era fatto bollente.

La nostra redazione ha raggiunto telefonicamente l’ormai ex allenatore del Paterno, commosso e provato per questo inaspettato epilogo.

«Sono stato contattato oggi pomeriggio dal presidente – si è sfogato Fabio Iodice con la redazione di InfoMediaNews – avevo uno strano sentore, ma onestamente sono rimasto spiazzato. La squadra ha qualche difficoltà ma non vedo la situazione così disperata. Sono stati due anni e mezzo molto intensi, prima il salto  dalla Promozione  e poi quei 143 punti in due stagioni. Due campionati persi agli sgoccioli dell’ultima gara nonostante le nostre avversarie fossero molto più attrezzate di noi. Quest’anno abbiamo cambiato tanto nella rosa, un momento così ci può stare. Il presidente però ha deciso che non è più il caso che sia io il tecnico della squadra e non posso fare altro che accettarlo. Ho apprezzato la vicinanza di Giampaolo Di Cicco, dispiaciuto quasi quanto me per la situazione. Ho ricevuto la chiamata di quasi tutti i miei giocatori, anche loro spiazzati dall’esonero. Il calcio è anche questo, prendo atto e vado avanti».

L’ipotesi più accreditata in merito all’avvicendamento in panchina riguarda Alessandro Lucarelli, tecnico ex Avezzano, autore della promozione bianco verde in serie D, due stagioni fa. Seguiranno sviluppi nel pomeriggio di domani, con l’intervista video in esclusiva a Fabio Iodice.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Super-Abili per temprare mente e corpo: la Fenice al servizio dei ragazzi speciali

Alice Pagliaroli

C’è aria di Natale ad Avezzano: oggi il concerto ‘Voci d’oro DaltroCanto’ nell’aula consiliare

Gioia Chiostri

VIDEO. A Villavallelonga una petizione per uscire dal Parco, Lippa: «Tanti vincoli e zero attenzioni»

Kristin Santucci