INFO MEDIA NEWS
NEWS Sport

Paterno, Alessandro Lucarelli ufficializzato alla stampa

Ha avuto luogo questa mattina, la conferenza stampa di presentazione di Alessandro Lucarelli alla guida del Paterno. L’incontro con i giornalisti si è concluso con la stretta di mano simbolica tra il presidente Angelo Di Gregorio e il nuovo tecnico nerazzurro. Indubbiamente la settimana più difficile della stagione: lo scorso lunedì la svolta sulla panchina, voluta, seppur con profondo dispiacere, dal patron marsicano. Giovedì, invece, l’ufficializzazione dell’avvicendamento e la prima seduta tecnica della squadra agli ordini di Lucarelli.

lucarelli4Oggi, al termine della rifinitura, la società si è raccolta nella sala trofei dello stadio di Paterno e ha ospitato la stampa per le presentazioni di rito. Cerimoniale stringato ma esaustivo: prima gli onori di casa concessi da Di Gregorio, poi la parola all’allenatore.

«Vorrei cominciare col ringraziare Fabio Iodice – ha detto il presidente Di Gregorio – per questi tre anni trascorsi assieme. I risultati raggiunti li conoscete tutti; con un po’ di fortuna e suo malgrado (indica Lucarelli Ndr), sarebbe stato un successone. La regola del calcio purtroppo è questa: alla fine, a farne, le spese è l’allenatore, non tutta la squadra. A me è sempre rimasto difficile, anzi, direi terrificante, il momento dell’esonero. Così è stato con Fabio Iodice, un mister con cui si è condiviso tanto tempo. Questo è il settimo allenatore in dieci anni e ogni volta è stato doloroso. Non finisce qua il rapporto con loro, l’amicizia e la stima sono confermate e magari un giorno ci ritroveremo a lavorare tutti insieme, anche perché, nella vita, nulla è scontato. Da pochi giorni è incominciata l’avventura di Alessandro Lucarelli, un tecnico dal grande bagaglio e dai grandi successi, speriamo che qui da noi riesca ad ottenerne altri».

 

lucarelli1Emozionato e pacato è apparso Alessandro Lucarelli, lucido e consapevole di ciò che l’aspetta. L’ambiente è ancora provato dal divorzio tra la società e Fabio Iodice; non è un segreto che la squadra si sia immediatamente detta dalla parte del tecnico uscente. Ciò non deve inficiare la concentrazione in vista dell’impegno di domani e se, da un lato, Lucarelli è conscio dell’emotività del momento, dall’altro, invece, è convinto che i ragazzi riusciranno a mettere da parte l’amarezza per scendere in campo tra poche ore e con la testa proiettata ai tre punti in palio. «Dalle parole che ho ascoltato – ha spiegato Lucarelli – in merito ai precedenti allenatori, si intuisce lo spessore di questa società. La famiglia Di Gregorio è una famiglia forte, sportiva, di importanza riconosciuta in Abruzzo. L’obiettivo, per ora, è quello di riuscire ad andare oltre ciò che si è fatto fino ad adesso, io sono onorato di essere stato chiamato e felice per la decisione che ho preso. Reputo questo un ulteriore passo avanti: non voglio parlare del recente passato, né mettere a paragone le due società perché sono profondamente differenti. La mia scelta è stata dettata dalla squadra, anche perché parliamo di un gruppo eccezionale. Infine, gli aspetti tecnico, mentale e quant’altro da ora sono di mia responsabilità, a partire dalla partita di domani. Naturalmente, avremo bisogno di un po’ più di tempo per ritrovare serenità. Mi sono confrontato con atleti provati per quanto accaduto in settimana, questo aspetto, però, non andrà a compromettere la concentrazione in vista della gara».

Altre notizie che potrebbero interessarti

Abruzzo, arriva la proposta di legge per la valorizzazione della birra artigianale

Redazione IMN

La stella gialloblù ai microfoni della stampa: Ebrima Amba Barrow, classe 2000, si svela ai tifosi

Redazione IMN

Rogo a Tagliacozzo, in fiamme vasto terreno vicino al cimitero

Kristin Santucci