INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

PARCO1923, l’essenza naturale del Pnalm

Venti profumerie italiane alla due giorni di Pescasseroli nel cuore del Parco

Venti tra le maggiori profumerie artistiche italiane si sono date appuntamento a Pescasseroli domenica scorsa per ritrovarsi a contatto con piante e fiori da cui nascono le essenze naturali di PARCO1923.

Una due giorni organizzata da Paride Vitale e Ugo Morosi, i fondatori del brand di profumi e dedicata ai maggiori esperti del settore di tutta Italia.
Gli ospiti hanno incontrato dal vivo gli animali nel centro visite accompagnati da Daniela D’Amico, responsabile promozione dell’Ente Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, quindi la visita nel “flagship store” di PARCO1923 a Pescasseroli, dove i valori veri e profondi del brand prendono vita.

Il culmine dell’esperienza olfattiva per gli ospiti il giorno dopo con una lunga passeggiata alle pendici di Coppo del Principe, foresta vetusta patrimonio dell’Unesco. La Responsabile dell’Area Scientifica del Parco Cinzia Sulli ha descritto le caratteristiche e la storia della flora del Parco e nello specifico delle piante che compongono l’anima del profumo. Ospite d’onore del raduno è stato Luca Maffei, naso creatore dell’essenza di PARCO1923 che ha coinvolto la platea nella ricreazione estemporanea del profumo attraverso estratti delle varie piante.

Di seguito la scheda descrittiva di PARCO 1923 curata dall’Ente:

L’inimitabilità di PARCO1923 è data dalla piramide olfattiva unica che racchiude un mix di piante, che crescono per la maggior parte all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Il cuore del profumo è composto dal misterioso Maggiociondolo, letale per gli uomini e benefico per gli animali, dall’essenza delle Bacche di Ginepro addolcita dall’inebriante Caprifoglio che si sposa con l’intensità della Ginestra Odorosa. E ancora gli effetti benefici dell’Angelica Selvatica, impreziosite dal rarissimo Giaggiolo e dagli effetti terapeutici del Muschio. Il fondo non poteva che essere di Faggio, albero rappresentativo del parco e della sua tradizione che popola il 60% dei boschi del territorio.

Inoltre PARCO1923 sancisce ulteriormente il legame con il Pnalm devolvendo alla conservazione della flora 1 euro per ogni profumo venduto.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Celano, il Futsal Summer Camp apre le porte

Estate all’insegna dello sport per i bambini e ragazzi dai 4 agli 11 anni
Redazione IMN

L’Aquila Calcio, parla David Miani: oggi l’incontro aperto alla stampa

Alice Pagliaroli

Maltempo, Luciano D’Alfonso chiede l’aiuto dell’esercito

Redazione IMN