INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Osservatorio CNA: “Ad aprile aumenta l’occupazione tra piccole imprese”

"Si può affrontare con più ottimismo lo stop al divieto dei licenziamenti”

Ad aprile l’occupazione nell’artigianato e nelle piccole imprese è cresciuta dello 0,4% rispetto al mese precedente. Un dato estremamente confortante, in linea con l’andamento nazionale dell’occupazione e con i numeri relativi alla nati-mortalità delle imprese che, per quanto riguarda l’artigianato, registra un +0,2% sull’anno scorso, il primo incremento dopo oltre dieci anni di continui assottigliamenti di questa platea d’imprese
A rilevarlo l’Osservatorio lavoro CNA, curato dal Centro studi della Confederazione, che analizza a cadenza mensile le tendenze dell’occupazione nelle imprese artigiane, micro e piccole fin dal 2014, all’inizio della stagione di riforme che ha profondamente modificato il mercato del lavoro italiano.
Per quanto riguarda i dati tendenziali, va osservato che ad aprile 2020 l’economia ha subito un tracollo storico e di conseguenza ogni dato economico relativo a tale mese va preso, come si dice, con le pinze. Premesso questo, tra aprile 2020 e aprile 2021 l’occupazione è cresciuta dell’1,9%. Le assunzioni (che ad aprile 2020 erano crollate:
-81%) sono salite in dodici mesi del 287,5% mentre le cessazioni, “congelate” proprio a partire dall’aprile 2020, segnano un primo aumento tendenziale (+42,4%) dopo un anno trascorso con il segno negativo.
Che cosa ci si può attendere, ora, dal mercato del lavoro italiano con riguardo alle piccole imprese? Il prosieguo della campagna vaccinale e il previsto passaggio in “zona bianca” di tutta Italia sono fattori sulla carta in grado di rafforzare ulteriormente le attuali tendenze, perlomeno nel breve termine. Il venir meno delle restrizioni negli spostamenti e l’incalzare della stagione estiva, vacanziera per eccellenza, dovrebbero a loro volta imprimere una forte spinta ai consumi consentendo alle imprese di confermare gli attuali posti di lavoro (salvaguardati finora dagli ammortizzatori sociali) e magari anche di procedere a nuove assunzioni, perlopiù stagionali. Un quadro che dovrebbe consentirci di affrontare con maggiore ottimismo la fine del divieto di licenziamento.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Domenica 30 settembre a Sante Marie gara podistica per sostenere l’opera di Padre Beniamino Resta

Redazione IMN

Incendio nel territorio di Tagliacozzo

E' scoppiato questo pomeriggio un incendio in località Camerata, nel Comune di Tagliacozzo. Vigili ...
Redazione IMN

Truffa ad anziani di Capistrello, arrestata l’autrice

La colf è stata individuata dal Commissariato di Borgo
Redazione IMN