INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Ortucchio, D’Agostino: “Riduzione tributi locali”

Il consigliere si rivolge al sindaco Favoriti per l'emergenza Covid-19

Ortucchio, D'Agostino: "Riduzione tributi locali"

Differimento e riduzione dei tributi locali. Questa la proposta del consigliere comunale di Ortucchio, Mario D’Agostino, indirizzata al sindaco Raffaele Favoriti.
“Siamo in piena emergenza per il contenimento epidemiologico del Covid19 – sostiene D’Agostino – i Comuni con i loro Amministratori in prima linea sono chiamati ad affrontare situazioni impensabili; I cittadini sono stati messi a dura prova dalle misure poste in essere dallo Stato, con i suoi Decreti, molti dei quali hanno perso il lavoro o sono stati messi in cassa integrazione, la maggior parte delle attività produttive sono ormai chiuse, eccetto le farmacie ed i negozi di generi alimentari.

Come Amministratori oltre a fronteggiare l’emergenza siamo chiamati a portare avanti l’ordinarietà, a rispettare le scadenze di programmazione e rendicontazione seppur differite di qualche mese.

Bisogna andare avanti e pensare quale sia lo strumento più efficace da utilizzare in questo triste momento, i servizi comunali proseguono, raccolta rifiuti e manutenzione generale, dunque generano dei costi, per cui mi rendo conto che non si può sospendere del tutto il tributo TARI, che dovrà essere approvato in Consiglio con le sue tariffe a copertura dei costi sostenuti.

Pertanto propongo alla Giunta un differimento del pagamento delle bollette a periodi più distesi, ad esempio una posticipazione a settembre ed una riduzione per le utenze non domestiche nei limiti della capienza di bilancio; Per le attività chiuse in ottemperanza ai DPCM di contenimento susseguitisi, propongo una riduzione della tassa parametrata ai giorni di chiusura effettiva.

Oltre al differimento delle scadenze, si potrebbe prevedere la possibilità di rateizzare di più le tasse comunali, non limitarci ad acconto e saldo ma magari prevedere pagamenti intermedi, provvedimenti simili sono stati approvati da tante giunte comunali.

I Comuni hanno ricevuto un anticipo del Fondo di Solidarietà per fronteggiare le spese correnti del momento, pertanto è bene dare ai cittadini un po’ di tranquillità temporanea, senza scadenze per il momento, ed evitare così file agli sportelli postali e bancari”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

L’Aquila, concluso il restauro della Chiesa Santa Maria del Ponte

Redazione IMN

Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo

Redazione IMN

Piano scuole, Eligi al sindaco De Angelis: «Prenda decisioni di buon senso»

Redazione IMN