INFO MEDIA NEWS
NEWS

Operazione ‘Periferie Sicure’: beccato spacciatore di droga all’ingrosso: è magrebino residente ad Avezzano

E’ questo il primo consuntivo del servizio di controllo straordinario del territorio articolato nell’ambito dell’operazione ‘Periferie sicure’. I Carabinieri della Compagnia di L’Aquila hanno sottoposto a minuziosi controlli le frazioni di Paganica, Tempera, Monticchio, San Gregorio e la zona del casello autostradale di L’Aquila – Est. Proprio da questi controlli è scaturita un’operazione che ha consentito dapprima di segnalare un giovane quale assuntore di sostanze stupefacenti, e poi di denunciarlo anche per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Da questo normale controllo alla circolazione stradale, operato tra San Demetrio ne’ Vestini e San Gregorio, si è poi sviluppata una più ampia operazione antidroga, la quale, man mano ha assunto aspetti sempre più importanti.

E’ stato sottoposto a perquisizione personale e domiciliare C.D., classe ’68, aquilano, il quale deteneva, occultate in vari ambienti  della propria abitazione, 10 grammi di cocaina, 2 grammi di hashish, materiale vario per il confezionamento di singole dosi ed un bilancino  di precisione risultato intriso di sostanza stupefacente. Le immediate indagini, condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno offerto ulteriori spunti investigativi per centrare l’obiettivo dell’individuazione dello ‘spacciatore all’ingrosso’. L’evoluzione delle indagini, cioè, alla fine dei conti, ha portato all’individuazione di  un soggetto magrebino domiciliato ad Avezzano. Grazie anche alla collaborazione della Compagnia Carabinieri di Avezzano ed al supporto dei militari della Compagnia di Intervento Operativo dell’8° Reggimento ‘Lazio’, giunti a L’Aquila proprio per l’attuazione dell’operazione ‘Periferie sicure’, si è quindi predisposto un ulteriore dispositivo di controllo nella Marsica, che ha consentito, nell’immediatezza degli accertamenti, di individuare il presunto ‘grossista’.

Si tratta di E.H.F., classe ’82, di nazionalità marocchina, non in regola con il permesso di soggiorno, con numerosi precedenti specifici. Dalle perquisizioni personale e domiciliare è emerso che il predetto aveva accuratemente occultato in casa 263 grammi di hashish e 50 grammi di cocaina, nonché la somma di euro 290 provento  dello spaccio. Il tutto è stato quindi sottoposto a sequestro. I due soggetti sono stati arrestati e tradotti rispettivamente all’Istituto penitenziario di L’Aquila ed alla Casa circondariale di Avezzano.

Questa attività è, in realtà, solo una parte dei risultati conseguiti nell’ambito dell’operazione ‘Periferie sicure’. Sono, infatti, sinora 9 le persone deferite in stato di libertà per vari reati, che vanno dalla guida sotto l’effetto di alcool e sostanze stupefacenti, al furto aggravato,  alle lesioni personali. Sono oltre 100 le persone controllate e 3 le auto sequestrate. Diversi gli esercizi pubblici di sale giochi e bar controllati.

Fondamentale è risultato il contributo offerto dalla Compagnia di Intervento Operativo che, già dall’inizio della settimana, sta operando su tutto il territorio della provincia di L’Aquila, garantendo una maggiore incisività all’attività preventiva  e potenziando il dispositivo di controllo già attuato dall’Arma territoriale con le pattuglie delle Stazioni Carabinieri e dei nuclei operativi e radiomobili. I controlli nell’ambito dell’operazione ‘Periferie Sicure’ proseguiranno per tutta la settimana interessando le arre più sensibili di tutto il  territorio provinciale.

Fonte: Comando dei Carabinieri di L’Aquila

Foto di: Comando dei Carabinieri di L’Aquila

 

 

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Nasconde in casa 137 grammi di hashish, arrestato 50enne

Redazione IMN

Le due vittime di Capistrello, oggi l’autopsia

Gioia Chiostri

‘La Natura dell’Italia – 25 anni di Aree Protette’: giovedì l’incontro a Pescasseroli

Redazione IMN