INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Open Day Abruzzo, ma a Capistrello: si scende ad 80 piani sottoterra

In stile ‘Viaggio al centro della terra’, a Capistrello, quest’anno, non si scherza. Le parole chiave dell’Open Day Abruzzo di questo Comune marsicano, infatti, non vogliono sentir parlare di altro: calzature antiscivolo, impermeabili ed abbigliamento sportivo saranno gli Special Guests dell’evento, accompagnati, inoltre, dalla più adeguata creatrice di atmosfere misteriose: la torcia. E’, in effetti, proprio questo il punto della situazione: si parla di un mistero, quello che in questo 2016, Capistrello svelerà a tutti gli abitanti della Regione.

In occasione, dunque, dell’Open Day, i Cunicoli dell’imperatore Claudio non saranno messi da parte. Una novità, però, sarà, sicuramente, lanciata in prima pagina ed occuperà uno dei due giorni dedicati alla festività. Si tratta, infatti, di ben due giornate, sabato 29 e domenica 30 ottobre prossimi, in cui la voglia di conoscere e la voglia di condividere dovranno essere a portata di mano. Visite a non finire che faranno perdere la testa, ed anche il senso dell’orientamento, a tutti i partecipanti. Fortunatamente, una guida della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per l’Abruzzo, sarà pronta ad accompagnare in questo viaggio tutti gli interessati che avranno, inoltre, ogni tipo di comfort. Il presidenze della Cooperativa Lybra, organizzatrice dell’evento assieme al Comune di Capistrello, ce ne dà dimostrazione: «La mattina del 29 ci troveremo ad Avezzano, nel pomeriggio, invece, ci trasferiremo al parco archeologico di Capistrello dove c’è lo sbocco dei Cunicoli sul fiume Liri, la centrale Torlonia, e le grotte di epoca anche antecedente a quella dei Romani».

Tutti gli invitati, non saranno, di certo, lasciati a stomaco vuoto. Sono state ufficializzate, infatti, anche delle convenzioni con dei ristoranti di Capistrello. «Nella mattina di domenica 30 ottobre, – continua il presidente Gino Scatena – ci sarà l’evento clou». Il mistero, di cui si è parlato finora, dunque, sarà proprio questo: la discesa nel tunnel di Santa Barbara, il quale, per la prima volta nella storia, sarà aperto al pubblico. «Questa discenderia – racconta Gino ad InfoMediaNews.it –  ci porterà ad 80 metri di profondità sottoterra. Il tunnel va ad intercettare il collettore centrale dei Cunicoli dell’imperatore Claudio, in cui l’acqua, tramite vari canali, viene trasportata dal Fucino al fiume Liri».

Questa, dunque, la prima volta che la discenderia sarà aperta e riceverà ospiti incuriositi dalla sua storia. Ma come mai nascondere al pubblico una bellezza di questo genere fino ad oggi?                                               Gino Scatena chiarisce ogni tipo di dubbio: «Questa discenderia, a dir la verità, non è neanche conosciuta da molti qui a Capistrello ed il perché si riscontra in una sua particolarità. Essa, infatti, si trova dentro al giardino privato di una abitante del paese. Il terreno, precedentemente, era di proprietà del Principe Torlonia, poi, nel corso degli anni è andato a finire a questa donna, che, per fortuna, lo mantiene in ottime condizioni».

«Il nostro obiettivo – conclude il Presidente – è quello di renderla sicura e sfruttabile per visite guidate organizzate per tutto l’anno». Un mistero, dunque, svelato, per il momento, solo con le parole. Gli occhi saranno i giudici d’eccellenza, i quali, sicuramente, non rimarranno delusi da ciò che la terra offre e dall’elevata abilità dell’uomo, il quale è riuscito a far arrivare, a noi del presente, un esteso ‘bel vedere’.

 

Foto di Wikipedia

Altre notizie che potrebbero interessarti

Domani l’assemblea Confagricoltura con i candidati: «Rappresentare le esigenze del settore»

Redazione IMN

Punto nascita di Sulmona: in attesa dell’incontro con Marsilio e Nicoletta Verì

Redazione IMN

VIDEO. Ecco come funziona il ‘Portale telematico del Lavoro’ di Conapi L’Aquila: giovani sempre più iperconnessi con le opportunità

Gioia Chiostri