INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Nati nelle Note, al via nuova stagione corsi

Al via la nuova stagione di corsi alla scuola di musica Nati nelle Note. Dopo la lunga pausa imposta dall'emergenza sanitaria, la ripresa delle attività sarà presentata con un flash mob musicale che coinvolgerà i cittadini del quartiere Santa Barbara, dove si trova la sede dell'associazione. L'appuntamento è per lunedì 21 settembre, alle ore 18, a Piazza Italia.

Al via la nuova stagione di corsi alla scuola di musica Nati nelle Note. Dopo la lunga pausa imposta dall’emergenza sanitaria, la ripresa delle attività sarà presentata con un flash mob musicale che coinvolgerà i cittadini del quartiere Santa Barbara, dove si trova la sede dell’associazione. L’appuntamento è per lunedì 21 settembre, alle ore 18, a Piazza Italia.

“L’evento, che verrà svolto nel pieno rispetto delle regole di contrasto al Covid-19, sarà un vero e proprio flash mob di quartiere” spiega Umberto Giancarli, dell’associazione culturale “Le persone del pubblico, in particolare le più giovani, verranno coinvolte nella creazione di una orchestra istantanea distanziata e un corpo di ballo istantaneo, sotto la guida informale dei docenti della Scuola delle Arti. L’orchestra si trasformerà in una banda che sfilerà lungo le vie del quartiere, riempiendole di vita, suoni e colori, fino a giungere nel cuore pulsante di S. Barbara, la piazzetta antistante l’ingresso della Guardia di Finanza”.

Qui i negozianti locali offriranno una merenda a base di pizza appena sfornata e dolci artigianali, mentre i docenti di Nati nelle Note si occuperanno dell’atmosfera musicale, coinvolgendo con piacere i musicisti della zona, professionisti e non, in una grande “Jam Session di quartiere”.

L’evento sarà anche l’occasione per presentare i primi sette anni di attività della scuola e per aprire alla cittadinanza le porte della sede, rimodulata secondo un piano di sicurezza adeguato e verificato per il contrasto alla diffusione del virus Covid-19, attraverso la divisione degli spazi, l’igienizzazione costante dei materiali utilizzati e la sanificazione effettuata dopo ogni lezione con macchinario agli ioni d’argento, del tutto efficace e certificato come sicuro per la salute dell’utenza.

Da quando si è stabilita nel quartiere di Santa Barbara, a pochi passi dal centro sportivo di Piazza D’Armi, la Scuola delle Arti e associazione culturale Nati nelle Note “ha sempre avuto come obiettivo quello di essere un punto di riferimento per i residenti della zona” aggiunge Lucia Ciambotti, presidente dell’associazione, “non solo per quanto riguarda l’offerta formativa, che è ovviamente rivolta a tutta la cittadinanza, ma anche come luogo di aggregazione, accoglienza, ascolto e svago culturale. In questo senso è stata istituita una ludoteca, fruibile da chiunque voglia tesserarsi all’associazione, e una biblioteca per bambini da 0 a 12 anni, arricchendo così l’offerta sociale di uno dei quartieri più popolosi della città e in cui abitano un numero sempre maggiore di famiglie con bambini. Il nostro obiettivo non è formare tanti piccoli talenti musicali, ma creare nuovo pubblico, più libero e consapevole, perché ogni essere umano ha il diritto di ricercare un proprio posto nell’arte e avere la musica come compagna di vita”.

La Scuola delle Arti “Nati nelle Note”, fondata all’Aquila nel 2014 e portata avanti da un gruppo di giovani artisti e artiste del territorio, si occupa principalmente di “sviluppo del pensiero musicale”, un tipo di educazione molto assimilabile al linguaggio e che quindi, per la sua natura informale e intuitiva, è estremamente adatto alle dinamiche di apprendimento del neonato che, come scientificamente provato, vive il periodo di massima attitudine musicale della propria vita tra i 21 giorni e i 2 anni circa.

La metodologia prevede il coinvolgimento e la partecipazione attiva della famiglia, soprattutto dei genitori, che possono così proseguire il percorso di apprendimento in casa, nella forma più naturale e consapevole possibile.

Oltre ai corsi in sede (tutti i pomeriggi dal martedì al venerdì e il sabato mattina) sono stati attivati progetti all’interno di asili nido e scuole dell’infanzia, centri per l’autismo e case di riposo, considerando la musica un mezzo estremamente potente di relazione trasversale tra persone di diversa età, condizione sociale, attitudini e stili di vita.

Nati nelle Note collabora attivamente al contesto culturale della città dell’Aquila attraverso la creazione di Concerti per Neonati e la partecipazione a importanti rassegne locali come i Cantieri dell’Immaginario 2018, 2019 e 2020, oltre a tutte le edizioni de Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma, grazie all’amicizia e all’appoggio di artisti quali Paolo Fresu, Sonia Peana, Ada Montellanico, Marcella Carboni, I Solisti Aquilani, Quarteto Gordon.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Maltempo, Coldiretti: «Danni in agricoltura da 14 miliardi di euro in un decennio»

Redazione IMN

De Angelis vs Di Pangrazio: «Se c’è una persona che ha tradito Avezzano per motivi puramente personali è lui»

Redazione IMN

L’Avezzano che verrà: Michele Scatena a un passo dalla panchina biancoverde

Alice Pagliaroli