INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Natale in Abruzzo: spesi 121 milioni di euro per le prelibatezze artigiane

Il valore dei consumi per le prelibatezze artigiane, a dicembre, periodo delle festività natalizie, in Abruzzo, è pari a 121 milioni di euro. La regione conta dieci prodotti agroalimentari di qualità (Dop, Igt o Stg) e 148 prodotti tradizionali. Emerge da un’elaborazione di Confartigianato Abruzzo.

L’export del settore alimentare e bevande, nei primi nove mesi dell’anno, è pari a 357 milioni di euro (246 milioni il primo e 111 milioni il secondo), con una crescita del 3 per cento, dato che colloca l’Abruzzo al dodicesimo posto della classifica nazionale. Le imprese artigiane del settore alimentare, nel terzo trimestre dell’anno in corso, sono 2.542, il -1,4 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015, cioè 35 unità in meno. Le imprese abruzzesi sono il 2,8 per cento del totale nazionale e la regione è al 18esimo posto della graduatoria italiana.

Il settore che conta il maggior numero di imprese è quello di pasticceria, panifici e gelaterie, 1.053 unità, cioè il 41,4 per cento del totale, seguito da quello dei servizi di ristorazione e cibi da asporto (777 unità, 30,6 per cento).

Il settore che colloca l’Abruzzo in testa alla classifica nazionale è, però, quello della pasta, 295 imprese, pari all’11,6 per cento del totale del Paese. «Invitiamo i cittadini abruzzesi – afferma il direttore di Confartigianato Abruzzo, Daniele Giangiulli, rivolgendo un appello ai consumatori – ad acquistare i prodotti del territorio, con la loro qualità eccellente, in una logica di promozione e rilancio del ‘made in Abruzzo’».
 

Fonte: AGI

 

Foto di: ageabruzzo.it

Altre notizie che potrebbero interessarti

Incidente stradale a San Pelino: ci sono feriti

Gioia Chiostri

Ex ricercatori Intecs: protesta pacifica all’Inps

Celano, Pd sul presunto danno erariale: «A distanza di sei anni, forse si farà chiarezza»

Redazione IMN