INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Naiadi, Di Matteo: «Simbolo dell’unione tra Abruzzo interno e la costa»

L’imprenditore marsicano presenta il nuovo progetto

Pescara. Professionalità, organizzazione e formazione. Sono questi gli elementi portanti che contraddistinguono il nuovo progetto delle Naiadi targato Pinguino Nuoto. Ad illustrare i punti del rilancio dell’impianto pescarese è Nazzareno Di Matteo, patron della Pinguino Nuoto di Avezzano, che ricoprirà il ruolo di direttore delle Naiadi. «Sono stato incaricato a guidare questo splendido impianto dal gruppo che ha vinto l’appalto, composto dalla Pinguino Nuoto di Avezzano, con Presidente Daniela Sorge, dalla Pescara Pallanuoto, Presidente Cristiana Marinelli e Stefano Di Properzio, dal Club Acquatico, Presidente Riccardo Fustinoni e dal Gollum, Presidente Roberto Cantalini e Serena Dante», si legge in una nota a firma dell’imprenditore marsicano. «Grazie alla disponibilità di queste quattro associazioni sportive è stato possibile riaprire le Naiadi dopo il fallimento. Non è stato semplice ma preziose sinergie hanno permesso questo».

Il nuovo progetto delle Naidi verterà su «un modello organizzativo chiaro ed efficace, sulla formazione continua dei collaboratori, sugli obiettivi per settore e sul controllo di gestione», sottolinea Di Matteo, «in una sola parola: professionalità».

«Noi marsicani che venivamo al mare d’estate abbiamo imparato ad amare le Naiadi nel tempo», conclude il neo direttore delle Naiadi, «Hanno contribuito le gesta della pallanuoto di Manuel Estiarte, i meeting internazionali di nuoto, Pescara jazz gli eventi culturali e sociali. Le Naiadi sono il simbolo dell’unione tra Abruzzo interno e la costa».

Altre notizie che potrebbero interessarti

Edilizia scolastica abruzzese, dallo Stato 49 milioni di euro per la messa in sicurezza degli istituti comunali

Redazione IMN

CNA Avezzano, tutto pronto per il “Premio cambiamenti 2019”

In palio 20 mila euro di investimento in crowdfunding
Redazione IMN

Frontale sull’ex Superstrada del Liri: in prognosi riservata giovane di Sora

Redazione IMN