INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Musica e magia all’Accademia ‘Yamaha Music Point’, riconosciuta come una tra le più prestigiose scuole musicali

È recente l’apertura della ‘Yamaha Music Point’, ad Avezzano, ma è già grande il suo successo. La scuola marsicana di musica e canto, aperta lo scorso 17 settembre,infatti, ha raccolto circa sessanta iscritti nel suo primo mese di attività ma, soprattutto, è divenuta protagonista nel panorama musicale nazionale, ottenendo l’ambito riconoscimento come una delle scuole più prestigiose da parte di Music Premium Europe, il quartiere musicale più grande del web, risorsa di pubblicità e informazione riguardante il mondo della musica classica e jazz.

«Il 17 settembre c’è stata l’apertura della nostra Accademia Musicale, in cui io rivesto il ruolo di direttore didattico», racconta, ad InfoMediaNews.it, il direttore d’orchestra e compositore musicale Stefano Fonzi. «La nostra scuola ha superato le aspettative nel numero di iscrizioni, raggiunto in un solo mese d’attività. Ha totalizzato, infatti, sessanta iscritti. Si tratta di una cifra piuttosto alta in riferimento ai risultati degli studi effettuati dall’azienda ‘Yamaha’. In base a questo dato e alla fiducia che la Yamaha nutre nel nostro sistema di lavoro, visionato già durante alcune giornate di prova organizzate a settembre, ci è stato assegnato l’ importante riconoscimento come una delle scuole musicali più prestigiose»

Palpabile il senso d’orgoglio del maestro Fonzi, che spiega: «In realtà il riconoscimento è prettamente formale; ma il fatto che una grande piazza musicale di calibro europeo scelga, in genere, le scuole considerate migliori e d’élite, in ambito ai metodi d’insegnamento e ai risultati raggiunti dagli studenti, ci rende orgogliosi del lavoro realizzato finora».

Il direttore d’orchestra tiene a precisare, poi, com’è strutturata l’Accademia e quanto sia stato fondamentale, per la conquista del riconoscimento, il talento dimostrato dagli studenti iscritti. «Ho deciso di fondare quest’Accademia perché sono da sempre interessato alla formazione dei giovani. La scuola prevede un metodo d’insegnamento Yamaha, riconosciuto come uno dei migliori al mondo». Il metodo, basato sui tre principi pedagogici di educazione adeguata all’età, lezioni collettive e sviluppo della creatività, è finalizzato alla concretizzazione dell’etichetta Yamaha, che ha come principio cardine quello di ‘Imparare con divertimento’. «I risultati che abbiamo raggiunto sono stati immediati, proprio grazie al contributo dei bambini iscritti. Questi, pur non avendo, ancora, nessuna preparazione musicale, si sono dimostrati subito talentuosi e veloci nell’apprendimento».

«L’impostazione della scuola è improntata, in particolar modo, su strumenti di musica moderna ed anche gli insegnanti che abbiamo selezionato – prosegue l’uomo – sono musicisti specializzati nel settore della musica moderna; quindi nel pop e nel jazz». «I nostri insegnamenti, comunque, oltre alle lezioni d’apprendimento del suono dello strumento musicale scelto, danno rilievo al settore formativo nel canto. A questo proposito, al momento dell’elaborazione dei corsi accademici, la previsione era quella di una forte richiesta d’iscrizioni proprio nel canto. In realtà, però, è il corso di pianoforte quello più richiesto, a dimostrazione del fatto che lo strumento è, in un certo senso, un classico senza tempo».

L’attività dell’Accademia, però, sarà concentrata solo intorno a lezioni musicali teoriche e pratiche? Assolutamente no: «Al di là delle lezioni propedeutiche all’apprendimento delle nozioni fondamentali di teoria e pratica musicale, la nostra Accademia è aperta a molte iniziative sociali. Abbiamo in programma, ad esempio, la realizzazione di alcune giornate musicali all’interno delle case famiglia. Il nostro desiderio è quello di regalare musica e, con essa, un po’ di allegria agli anziani, magari nel periodo natalizio»

L’Accademia Musicale Yamaha Music Point è aperta, dunque, a tutti gli appassionati di musica. In mezzo al caos e ai problemi quotidiani, quindi, fantasticare e svagarsi con canzoni e melodie, risulta essere un grande privilegio umano. Solo la musica, infatti, grazie alla sua essenza dal cuore emozionale, riesce ad essere capace di far vibrare le corde dell’anima, oltre a quelle più classiche di una chitarra.

Foto di: Yamaha Music Point Avezzano

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Nomisma: il gioco d’azzardo è diffuso tra 1 milione e 200mila studenti italiani

Redazione IMN

Fondi dalla Regione ai Borghi Autentici, Berardinetti e Di Natale: «Una boccata d’ossigeno per la tutela dei piccoli centri urbani»

Redazione IMN

L’Abruzzo è terra di biodiversità: censiti contemporaneamente 12.305 uccelli acquatici tra anatre e gabbiani

Redazione IMN