INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Meteo: è atteso il ritorno della neve in Abruzzo, da oggi la prima ondata di freddo polare

Torna la stagione di ghiaccio, anche per la nostra Regione. Il Centro Funzionale d’Abruzzo della Protezione Civile rende noto che, in considerazione delle previsioni meteo di queste ore, dal pomeriggio di oggi, 28 novembre, fino alla tarda mattinata di domani, saranno possibili precipitazioni nevose sull’Abruzzo, in particolare lungo la dorsale appenninica ed i versanti orientali dei rilievi, a causa di correnti fredde di natura polare in discesa sui settori adriatici della Penisola.

La quota neve sarà inizialmente intorno ai 1500-1200 metri e scenderà in nottata fino a 700-500 metri. Domani, in mattinata, la neve potrà scendere fino a 600-400m con possibili sconfinamenti anche a quote inferiori. Si tratterà, comunque, di precipitazioni nevose deboli associate ad una perturbazione piuttosto veloce, con accumuli degni di nota solo oltre gli 800-1000m e nelle zone dove il vento forte, previsto fino a tutta domani, darà luogo a locali accumuli (ad esempio i valichi montani esposti a nord-est).

Il Centro Funzionale seguirà l’evoluzione dei fenomeni attraverso la rete regionale in telemisura ed i propri RADAR meteorologici. La Protezione Civile regionale raccomanda la massima prudenza, soprattutto alla giuda, ricordando di equipaggiare i veicoli con pneumatici da neve o catene al seguito.

Per le previsioni meteo ed altre informazioni consultare il sito: allarmeteo.regione.abruzzo.it.

MA CHE TEMPO FARA’ NEI PROSSIMI GIORNI? RISPONDE ILMETEO.IT

Da oggi inizia la prima ondata di freddo polare. La redazione web del sito www.iLMeteo.it comunica che le temperature subiranno un importante crollo e fino a 10 gradi in meno rispetto ai giorni scorsi. Farà molto freddo, gelate notturne su quasi tutte le regioni del Centro-Nord, fino a -5 gradi sulle zone terremotate, solo 4/7 gradi di giorno.

Neve sugli Appennini fino a 400/700 metri nella serata/nottata di lunedì 28, quindi anche sulle zone colpite dal terremoto, con disagi per le persone.

Nei giorni successivi farà sempre più freddo, mercoledì i valori notturni scenderanno fino a -4° anche sulle pianure del Nordest. La Bora soffierà impetuosa e con raffiche fino a 50/60 km/h in Adriatico, Ionio e Tirreno. Antonio Sanò, direttore, dice che «probabilmente questa non sarà l’unica ondata di gelo, infatti l’inizio dell’inverno meteorologico (1 dicembre, ndr) sembra esser scoppiettante, con un altro afflusso freddo dai quadranti orientali atteso per il Ponte dell’Immacolata». (ASIpress)

Foto di: Viaggi Fanpage

Altre notizie che potrebbero interessarti

Avezzano, un contest per il nome del nuovo parco giochi

Redazione IMN

Barrea diventa Borgo Autentico d’Italia: a questa località l’onore di essere una delle più ospitali della Penisola

Redazione IMN

Dopo la bocciatura in Giunta del Liceo Musicale e Coreutico, parla Alfonsi: «Motivazioni pretestuose»

Kristin Santucci