INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Meteo, che afa: il gran caldo andrà avanti fino a giovedì

L’alta pressione Caronte sarà ancora possente per gran parte anche di questa seconda settimana di Luglio. La redazione di iLMeteo.it annuncia, tuttavia, una sua minore performance su alcuni settori del Nord, specie alpini, prealpini e localmente sulle medie-alte pianure, dove saranno possibili più nubi e fenomeni temporaleschi. Sul resto del Paese, sole e tempo asciutto con siccità persistente che si aggrava in maniera allarmante. Antonio Sanò, il direttore e fondatore del sito iLMeteo.it, comunica, per di più, che i prossimi 3-4 giorni continueranno ad essere all’insegna del gran caldo un po’ ovunque, ma in particolare sulle aree centro-meridionali. Valori medi nelle temperature massime attesi sui 33/37°, anche sulle pianure del Nord, ma punte roventi di 38/39° e spesso oltre i 40 gradi su Puglia, Lucania, Sicilia e localmente su Calabria e Sardegna. Sempre il direttore Sanò, tuttavia, annuncia un progressivo calo dei valori 2-3 gradi al Nord, a iniziare da Giovedì, poi 3-5° in meno un po’ ovunque entro il prossimo fine settimana, quando sono attese correnti più fresche settentrionali e un calo termico generale. Possibile Break all’estate nella fase 15/18 Luglio, per un temporaneo avvento di un nucleo di aria fresca dai settori baltici-scandinavi con rischio anche di una maggiore instabilità, dapprima al Nord, poi sulle aree appenniniche e centro-meridionali in genere, specie versanti adriatici.

Temperature sopra la norma nella fase estiva più calda, stando a quanto riferito dai meteorologi. Colpa di Caronte, l’anticiclone africano arrivato dal Sahara, stabile sull’Italia ancora per tre-quattro giorni. Le temperature caleranno di qualche grado solo intorno a giovedì.

 

 

Fonte ASIpress

Foto di Il Mattino

Altre notizie che potrebbero interessarti

Terremoto, verifiche sismiche e scuole chiuse in gran parte della Marsica

Luca Sabatini

VIDEO. Nuova Giunta ad Avezzano: tra oggi e domani l’attribuzione delle deleghe, parla Casciere

Gioia Chiostri

Colledara fuori dalle agevolazioni delle zone del cratere sismico: il sindaco Tiberii non ci sta

Redazione IMN