INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Marche ancora in preda al terremoto: Visso epicentro delle scosse

Trema la terra, ancora una notte. Mezz’ora di paura fra gli abitanti dei Monti Sibillini, in provincia di Macerata.

Un terremoto di magnitudo locale 4.0 è avvenuto nella zona di Visso, nel Maceratese, ieri notte alle ore 23 e 16 minuti. Il sisma è stato registrato ad una profondità di 9 chilometri.

Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica dell’INGV di Roma. Il movimento tellurico ha riguardato i Comuni di Visso (epicentro), Monte Cavallo e Ussita.

Subito dopo, una scossa di magnitudo locale pari a 4.1 è avvenuta sempre a 4 chilometri da Visso, alle ore 23 e 19, ad una profondità di 8 chilometri. I terremoto sono stati avvertiti dalla popolazione, anche se, per ora, non sembrano essere stati conteggiati danni alle persone o alle cose.

Questa mattina, invece, nel triangolo degli ultimi e recenti terremoti, cioè tra Marche, Umbria e Abruzzo, un’altra scossa di magnitudo locale 3.4 è stata avvertuta con epicentro a tre chilometri da Pizzoli, nell’Aquilano, alle ore 3 e 42, ad una profondità di 13 chilometri.

Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica dell’INGV di Roma. Tra i Comuni interessati più vicini all’epicentro, figurano anche Barete e Capitignano.

La sequenza delle scosse ha avuto un primo apice, con una magnitudo locale pari a 3.5, sempre nella zona di Visso, alle ore 23 e 9 minuti, terremoto registrato ad una profondità di 8 chilometri. Poi sono seguite le due scosse con magnitudo uguale o superiore a 4. Visso: un territorio e una popolazione già ampiamente colpita dalla furia del terremoto.

Fonte: Ingv

Foto di: Ingv

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Saes Getters: dopo otto anni di crisi si torna tutti al lavoro, oggi come ieri, come fosse il primo giorno

Gioia Chiostri

Olio in Abruzzo: crollo della produzione, tutta colpa del freddo di Burian

Gioia Chiostri

Collelongo, messa in sicurezza e potatura alberatura, l’Opposizione: «Fermate lo scempio»

Redazione IMN