INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Maltratta la madre, arrestato 33enne

Minacce alla madre, tentata estorsione e droga: arrestato giovane pescarese

Ieri la Sqaudra volante dellla Questura di Pescara ha arrestato M.D., 33 anni, residente a Pescara, dopo che la madre in lacrime, per sfuggire all’ira del figlio, si era chiusa nella camera da letto chiedendo aiuto al 113. I poliziotti, intervenuti sul posto, hanno intercettato e bloccato l’uomo nell’androne della palazzina, in evidente stato di agitazione, mentre cercava di allontanarsi dallo stabile. La donna ha raccontato agli agenti che il figlio aveva preteso del denaro e, al suo rifiuto, l’aveva minacciata di morte tanto da indurla a rifugiarsi nella camera da letto con l’altro figlio invalido.

L’aggressore, poi, per cercare di entrare nella stanza, aveva preso a calci la porta ed aveva continuato a sferrare violenti colpi nonostante avesse compreso che la madre aveva contattato la Polizia. Gli agenti hanno accertato che la convivenza era caratterizzata da ripetute liti. molto spesso degenerate in tentativi di aggressioni da parte di M.D. che, per problemi legati alla dipendenza dalla droga, in più occasioni era stato violento. Nell’ultimo mese, dopo un’ ennesima manifestazione d’ira, la donna si era convinta a presentare richiesta di ammonimento. A dimostrazione dei tanti maltrattamenti perpetrati da M.D. nel corso del tempo, la donna ha fornito agli agenti diverse registrazioni audio fatte con il proprio telefono cellulare.

Per tali evidenze, l’uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione. Durante la permanenza nell’appartamento, inoltre, i poliziotti hanno avvertito un forte odore di marjuana e, da un accurato controllo, hanno scoperto in camera da letto una piccola serra artigianale, completa di lampade, un sistema di ventilazione e fertilizzanti per la coltivazione. La perquisizione della stanza ha permesso ai poliziotti di sequestrare 3 flaconi di fertilizzante; 8 piante di marijuana alte circa 30/35 cm di cui 5 in avanzato stato di fioritura e un bilancino elettronico. L’uomo, pertanto, dovrà rispondere dei reati di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Il Nordic Walking nella Plus Ultra: un ‘ritorno’ di fiamma che fa bene alla salute della Marsica

Gioia Chiostri

Scontro tra due auto nel Fucino: 118 di Trasacco sul posto

Redazione IMN

Cam, rigettate opposizioni di Agenzia delle Entrate e Banca Sistema

La Corte d'Appello rigetta le opposizioni e le condanna al pagamento delle spese legali
Redazione IMN