INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA

Maltempo, situazioni critiche su A24 e A25: fila di camion ferma ai caselli

Una fila di mezzi pesanti, superiori a 7.5 tonnellate, è rimasta a bocca asciutta, questa mattina, ferma ai caselli e agli svincoli delle due autostrade A24 e A25. Persiste, infatti, il divieto assoluto per i mezzi superiori a 7.5 tonnellate di transitare sulle autostrade. Si tratta di un divieto che è stato già emesso nella serata di ieri, dalla Società Autostrade, proprio per ordinare e mitigtare la situazione di forte disagio dovuta al costante maltempo e alle nevicate delle ultime ore.

IMG_6178Il Coa (Centro Operativo Autostradale) specifica, però, che alcuni tratti sarebbero anche percorribili dai suddetti mezzi, ma non potendo posizionare i blocchi per uscite obbligatorie nel mezzo della carreggiata, il divieto non è stato abbandonato. Per quanto riguarda l’A24, il divieto di transito in questione è stato emesso nella serata di ieri, valido, inizialmente solo per il tratto che da Assergi si dirige verso Colledara (A24), a partire dalle ore 21. In nottata, invece, sono state aggiunte le A24 e le A25 in maniera completa. In alcuni punti delle due arterie autostradali, quindi, continua, ancora adesso, a nevicare.

IMG_6179Il punto più critico, per quanto riguarda l’A24, riguarda tutto il versante teramano, mentre la zona più allarmante per l’A25, è il tassello autostradale compreso tra Celano e Pescara. In molti svincoli autostradali, quindi, a fronte di ciò, si sono create delle code di mezzi pesanti a causa del divietoe  dello sbarramento operato dalla Società Autostrade. Il Coa, invece, sta operando, in questo momento, su entrambe le autostrade, con i mezzi spazzaneve e con pattuglie atte a presidiare i caselli proprio per ordinare il transito dei mezzi.

Foto di: www.stradadeiparchi.it

Altre notizie che potrebbero interessarti

Meteo: cominciano i giorni delle piogge

Gioia Chiostri

Si ustiona mentre brucia sterpaglie, anziano di 83 anni finisce in Ospedale

Redazione IMN

A.A.A. cercasi energia, la Radio amica del futuro degli studenti: domani Liberadio.it approderà nella Marsica

Maurizio Di Cintio