INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV Sport

Lo sport per una domenica è stato anche altro: il match della Plus Ultra fra vittoria, personalità e ricordo

Ed eccoci qua, a raccontarvi un’altra storia, che ha mille altre mini-racconti, però, al suo interno, come una specie di scatola cinese. Eccoci qua a ribadire, ancora una volta, da un lato, l’aspetto competitivo e divertente del calcio giocato, della Prima Categoria, del salto in Promozione, della zona play off e del talismano magico del tifo sugli spalti e, dall’altro lato, il valore sano dello sport che unisce, anche nella morte. La Prima Categoria, Girone A, oggi ha visto realizzarsi la 15esima Giornata, allo stadio ‘De Angelis Cesare’, per la Plus Ultra di Trasacco. Una giornata vincente, prima del Natale.

 

48407853_547010942434735_472317166994063360_nLa partita si è giocata contro il Real Carsoli, concorrente diretta per i piani alti della classifica; la Plus Ultra si trova in quarta posizione, oramai al riparo per le feste di Natale, a quota 32 punti, seguita dal Celano Calcio e da Villa Sant’Angelo, con, rispettivamente, due punti e tre di distanza. Quindi, in somma sintesi, siamo lì, a qualche passo solo dalla vetta che è della Signora aquilana. «Stavolta davvero mi mancano le parole, non so che dire – afferma un entusiasta Cristian Di Salvatore, team manager della squadra, a pochi minuti solo dalla fine della partita, che si è conclusa sul campo avversario con un nettissimo risultato di 0-3 – La felicità è tanta. Forse questa è stata una delle partite più dure che abbiamo affrontato in queste ultime domeniche del mondo del calcio, poiché, contro il San Benedetto-Venere, si sa, sarebbe stata dura comunque, ma venire a giocare a Carsoli, dopo un’ora e 40 circa di pullman, contro una compagine giovane e fortissima, è stata davvero la ciliegina sulla torta delle sfide sportive. Abbiamo segnato tre gol che segnano, a loro volta, il nostro punto di maturazione finale. Siamo, oramai, una forza riconosciuta in questo Campionato», dice. E noi davvero non troviamo altre parole da aggiungere per una squadra che, da Trasacco, continua a imprimersi in ogni punto geografico della Marsica e dell’Aquilano, sudando e credendoci. «Il pareggio – continua Di Salvatore – sicuramente ci sarebbe stato stretto. Le Feste natalizie si possono davvero godere a pieno adesso, con la consapevolezza che ci toccherà lavorare sodo anche in questi giorni di pausa festiva, proprio perché, nella ripartenza, avremo già uno scontro bello tosto, da giocare contro il Villa San Sebastiano. Dobbiamo tenere testa al Campionato, da stasera possiamo già stare, però, un poco più tranquilli a livello mentale».

 

Una domenica, quella di oggi, segnata anche da una greve fascia nera, quella del lutto, lutto che ha colpito la cittadina di Trasacco, casa della Plus Ultra, solo qualche giorno fa. Ieri pomeriggio, si sono svolti, di fatti, i funerali di Rocco Tosello Di Cintio, grande amico del paese e della nostra Redazione, nonché colonna umana portante nella vita dell’editore e presidente della squadra di calcio, Maurizio Di Cintio. «Proprio lui, vertice numero uno della società rossoblù, aveva organizzato la cena di fine anno di questo 2018, per i ragazzi della Plus Ultra di Trasacco; ma il grave lutto che ci ha colpito, merita rispetto, quindi festeggeremo in maniera sobria questa bella domenica del calcio. – afferma ancora Di Salvatore – Questa vittoria contro il Real CArsoli è dedicata a Tosello e al nostro presidente. Prima dell’inizio del match, abbiamo osservato – continua – in campo anche un minuto di silenzio e di raccoglimento. Non dimentichiamo mai il fatto che noi non siamo solo fatti di calcio, ma siamo una polisportiva dalle tante anime, anche sociali: per noi il ricordo, la memoria, il rispetto dell’avversario, l’unione fra squadra e società e le battaglie morali hanno un peso specifico non indifferente». Cordoglio, di fatti, per la scomparsa di Tosello è stato espresso anche sui Social. Appena appresa la nera notizia della grave scomparsa, la società Plus Ultra ha ricordato questa persona dai mille talenti in un post apparso proprio sulla propria pagina Facebook, che raccontava così: «Il tuo solito impegno nel sociale, il tuo perenne sorriso, la tua solita allegria, ci mancheranno da morire. Buon viaggio Grande Tosello, domenica giocheremo e vinceremo per te . Con affetto i ragazzi Plus Ultra».

 

Contro il Real Carsoli, comunque, non c’è stata partita, nel senso che il profumo rossoblù ha inebriato ancora e ancora la rete avversaria: lo 0-1 è stato firmato dai piedi di Loreto Ippoliti; poi è stata la volta di Alessandro Angelini, mentre il terzo gol è stato autografato da Giacomo Aureli. «I soliti bomber. – sorride Cristian – Guardando la classifica proprio adesso – conclude il team manager – è evidente come tutte e quattro le squadre, dalla seconda alla quinta classificata, siano appaiate con soli due punti di differenza fra di loro. Se non ci fosse stata L’Aquila, sicuramente, lo ammetto, sarebbe stato un Campionato molto più avvincente, poiché, stando così le cose, possiamo aspirare solo a giocarci un primo posto finto e fantomatico tra di noi di Prima Categoria, che sarebbe il secondo, visto che Città di L’Aquila vincerà, per suo destino calcistico e per la sua storia, questo Campionato senza remore, ma è giusto che sia così perché è stato deciso così a priori. Altrimenti, sarebbe stata una gara stagionale, che si sarebbe conclusa, a mio avviso, viste le forze in campo, solo all’ultima giornata di Campionato. Oggi, però, come team manager, non mi nascondo: da ora in avanti giocheremo per i play off e li proveremo a vincere; siamo la certezza di questo stagione». Davvero nulla da aggiungere. Anzi, un solo e piccolo dettaglio: buone feste a tutti i tifosi di Trasacco.

La notizia è a cura dell’addetta stampa Mersia Angelini. 

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Latitante arrestato a Celano

Sull’uomo di origine kosovara pendeva mandato di cattura internazionale
Redazione IMN

Maltempo, domani scuole chiuse a Lanciano

Redazione IMN

Premio ‘Benedetto Croce’ 2018: manifestazione unica nel suo genere, ponte per la new generation

Gioia Chiostri