INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Liris: “Sulla sanità nessuna scelta penalizzerà L’Aquila”

"La discussione è solo all'inizio e il confronto sarà lungo e serrato"

Liris torna ad indossare il camice bianco

“La Regione Abruzzo nel proprio piano di riordino della rete ospedaliera – proprio per superare i campanilismi – aveva previsto una ripartizione molto equa tra le province, con 8 Dea di I livello (ospedali “minori”) di cui 4, nei capoluoghi, con la presenza di quasi la totalità delle alte specialità. Questo non è stato accolto dal Ministero e dunque la direzione verso cui ci si sta orientando è quella di istituire due Dea di II livello (ospedali maggiori con tutte le unità operative specialistiche), uno a Pescara e l’altro a L’Aquila, nonostante gli ostacoli demografici (il decreto Lorenzin prevede un bacino di utenza tra 600mila e 1,2 milioni di abitanti per avere funzioni di più alta qualificazione)”.

Questa la dichiarazione dell’assessore regionale Guido Liris.

“La discussione è solo all’inizio e il confronto sarà lungo e serrato, non c’è alcuna decisione già presa, ma soprattutto non ce ne sarà nessuna che svantaggerà L’Aquila”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Turismo: 72 eventi in Abruzzo tra cultura e tradizione

Numeri da record per questa quarta edizione della manifestazione che rappresenta un gioioso inno ai ...
Redazione IMN

Regione, c’è il Comitato per la Legislazione

Roberto Santangelo presidente, Giorgio Fedele tra i componenti
Redazione IMN

Alla Settimana Marsicana arriva Maurizio Mattioli

Ospite di eccezione all'evento dell’estate marsicana
Redazione IMN