INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Lino Guanciale tra i piccoli attori provetti della Marsica: incontro con l’artista a Civitella Roveto

Perché fare teatro? Molti, in vita, diedero una risposta a questo interrogativo umano, quasi retorico. Si fa teatro perché, innanzitutto, il teatro fa crescere, fa sviluppare, in se stessi, il senso di socialità, di criticità e fa scoprire talenti, innalzando il grado di autostima e di ingegno personali. Si fa teatro, infine, perché l’uomo non è numeri, non è macchina, non è metallo, non è porte chiuse; ma è orizzonti, cieli blu, mari senza troppe spiagge limitanti e voli di gabbiani verso l’alto.

Carlo Goldoni non a caso diceva: “Il mondo è un bel libro, ma poco serve a chi non lo sa leggere.”

L’Associazione Culturale Tams, attiva, oramai, dal 2013, continua, di fatti, a promuovere il progetto a più voci e a più suoni di ‘LiberaMente …Attore’, ossia la scuola itinerante di teatro, diretta a bambini, ragazzi e adulti presente in vari comuni marsicani. Guida e ideatrice del progetto, l’insegnante teatrale Paola Munzi, che, anche per questo 2019, non ha lasciato a bocca asciutta tutti coloro che gravitano attorno al palcoscenico dell’arte e della vita.

«Quest’anno – afferma alla Redazione – volevamo ‘regalare’ qualcosa di diverso e di originale ai nostri allievi attori, in termini di esperienza e di laboratorio. Così – specifica – abbiamo deciso di allestire un importante evento culturale. Assieme al vicesindaco di Civitella Roveto, Pierluigi Oddi, sempre propositivo e aperto ad ogni forma culturale, abbiamo, perciò, pensato di organizzare un incontro con Lino Guanciale, attore di fama Nazionale e persona estremamente speciale, dotata di una grande sensibilità». Da qui, si è mossa la macchina della cultura, che porterà a Civitella Roveto il volto delle fiction Rai, nativo dell’entroterra marsicano, per il giorno di mercoledì 6 marzo, alle ore 15 e 30, nei locali del bellissimo Teatro comunale di Civitella Roveto.

E proprio grazie all’Amministrazione comunale di Civitella Roveto, quindi, i piccoli attori della scuola di teatro potranno godere di una giornata eccezionale, dove il faro guida verrà dettato dall’esperienza, dalla passione e dalla poliedricità di Lino Guanciale, da sempre attento alle problematiche dei ragazzi in senso lato, nonché Testimonial della UNHCR ‘United Nations High Commissioner for Refugees’. L’incontro con l’artista, quindi, nasce proprio dalla volontà – ma anche dalla necessità artistica – di coltivare il seme della fantasia grazie al verbo del teatro, da sempre linguaggio oltre i confini. «Lino Guanciale si è mostrato subito disponibile ed ha accolto la nostra proposta ritagliando un po’ del suo tempo per noi. – conclude Paola – Per la nostra scuola di Teatro, ovviamente, sarà un onore, un orgoglio e un piacere poterlo ascoltare il 6 marzo. Senza dubbio, regalerà un’esperienza unica ai nostri allievi attori, ma anche a tutti coloro che vorranno partecipare all’evento».

L’iniziativa, di fatti, è aperta a tutti. Il costo dell’ingresso per chi vorrà partecipare, pur non essendo un allievo della scuola di Teatro di Paola Munzi, è di 10 euro a persona. Il denaro così raccolto verrà devoluto interamente in beneficenza.

Altre notizie che potrebbero interessarti

I candidati alla presidenza della Regione non dimentichino gli animali: gli animalisti organizzano un incontro pubblico

Redazione IMN

Pescara: ladro sorpreso al Liceo Galilei

Pluripregiudicato all'interno del Liceo Scientifico, colto sul fatto
Redazione IMN

Cadavere ritrovato alla Reiss Romoli a L’Aquila: ancora non identificato, si attende la verità dell’autopsia

Gioia Chiostri