INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

LFoundry, siglati 3 accordi: interinali prorogati a 36 mesi

Siglati stamattina 3 accordi tra azienda e sindacati. Si apre anche la possibilità per i lavoratori veterani di optare per uscite incentivate, come i pre-pensionamenti.

Nuova stagione alla LFoundry? Forse.

Sicuramente, questa mattina si è scritta una nuova pagina in materia di lavoro e lavoratori. 3 accordi quadro firmati tra proprietà aziendale e sigle sindacali che aprono scenari sicuramente speranzosi e per molti versi nuovi. Innanzitutto, viene data la possibilità ai lavoratori che vogliono anticipare il pensionamento o a coloro che vogliono, dopo tanti anni di lavoro, cambiare mestiere, di intraprendere la strada dell’uscita incentivata.

E questo, con ogni probabilità, va a sbloccare, di conseguenza, nuove porte in materia di future assunzioni stabili.

L’altro punto chiave degli accordi sottoscritti oggi è quello che riguarda i lavoratori interinali: tramite l’accordo firmato questa mattina, i contratti di circa 70 somministrati, attraverso lo strumento dell’accordo di prossimità, sono stati prorogati fino a 36 mesi, con possibilità di stabilizzazione.

Molti di loro lunedì avrebbero dovuto lasciare l’azienda per la scadenza naturale del contratto. Attraverso questa importante proroga, quindi, si aggira – tramite un accordo interno tra le parti – in un certo senso il vincolo imposto dal Decreto Dignità, che prevedeva un termine ai 12 mesi per il tempo determinato.

Ogni 6 mesi, inoltre, verrà riunito il tavolo tra azienda e sindacati, per capire se di volta in volta saranno possibili delle stabilizzazioni dei vari interinali dell’azienda di Avezzano.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Siccità e Regione Abruzzo, focus sulla Diga di Chiauci: oggi convocato a Pescara anche il sindaco di Vasto

Gioia Chiostri

L’Aquila, D’Eramo: “PD e Centrosinistra offendono la città”

La replica del coordinatore regionale della Lega alle dichiarazioni rese in conferenza stampa da ...
Redazione IMN

Il Conapo replica a D’Alfonso: «Le risorse stanziate per i Vigili del Fuoco sono del tutto insufficienti»

Redazione IMN