INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

LFoundry, lavoratori in sciopero

RSU proclamano sciopero dopo che l'azienda ha respinto le richieste anti-Covid

LFoundry

Le RSU dello stabilimento di LFoundry dichiarano lo sciopero da ogni forma di straordinario e reperibilità, in seguito allo stato di agitazione in corso dopo che l’azienda ha respinto le richieste dei lavoratori per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

“La richiesta di rallentamento della linea effettuata un paio di settimane fa, – si legge in un comunicato – alla luce dei contagi da covid19 verificatisi nel territorio marsicano, in special modo, ed in quello regionale, in generale, è cosa nuova ma la dirigenza ha detto, come allora, no e i motivi sono noti: l’interesse privato prevarica quello pubblico.

Questa volta però le cose sono diverse, il covid19 è tra noi, c’è chi sta a casa perché positivo o in quarantena, non c’è il lock-down e sicuramente alcuni tra noi stanno lavorando da positivi asintomatici.

In questo contesto la nostra richiesta, ancora più che a febbraio, è volta a salvaguardare la salute dei lavoratori e la continuità operativa.

Per tutta risposta ci è stato detto che la fabbrica può andare avanti anche con un certo numero di persone assenti e che quando ci sarà un imprecisato numero di positivi sarà valutata la proposta sindacale.

Oggi abbiamo capito qualcosa in più e ci domandiamo: come mai, in regime di stato di agitazione la dirigenza chiede ai dipendenti di lavorare in straordinario?

Tralasciando per un momento il fatto che questa operazione si prefigura come attività antisindacale, vorremmo ricordare a tutti i dipendenti che se la richiesta è volta a ricercare volontari, è un po’ difficile credere che il modo ed il contesto in cui la domanda viene rivolta possano far pensare alle persone di essere completamente libere di rifiutarsi!

Pertanto, ribadiamo il concetto, diffidando l’azienda di perseverare nell’atteggiamento assunto rispetto alla questione:
volontario significa che sei tu a proporti sapendo che c’è una possibilità, non che sia il tuo capo a chiederti se lo sei “per caso” a fronte di lauto compenso”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Maltempo, albero sulla carreggiata tra Canistro e Capistrello

Ieri alle 18 un albero è caduto sulla carreggiata
Redazione IMN

50 mila euro per l’acquisto di un macchinario velocizza-tamponi

Questa la cifra della donazione da parte dell'Ance Chieti-Pescara. Altri 50 mila euro per sostenere ...
Redazione IMN

Lutto ad Avezzano: muore un motocilista di 59 anni dopo un malore improvviso

Redazione IMN