INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

L’ex Prefetto Procaccini presenta “Vite all’incrocio”

Evento organizzato dalla Fondazione Ballone

E’ organizzato dalla Fondazione Bruno Ballone l’evento che porterà, all’Aquila, l’ex Prefetto, Giuseppe Procaccini. La manifestazione, patrocinata dal Comune dell’Aquila, si svolgerà mercoledì 8 giugno 2022, alle ore 18, all’Auditorium del Parco. Procaccini presenterà il suo ultimo libro “Vite all’incrocio” nel corso di una serata che vedrà anche la presenza di Gianni Letta, già sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri.

L’incontro, moderato dalla giornalista e scrittrice, Monica Pelliccione, si aprirà con i saluti del Presidente della Fondazione Ballone, Agostino Ballone. Letture a cura degli attori Giuseppe Tomei e Benedetta Talluto.

“Prosegue l’impegno della Fondazione a sostegno di eventi che possano valorizzare gli aspetti culturali della nostra comunità. La presentazione del libro dell’ex Prefetto Procaccini”, dichiara il presidente Ballone, “va in questa direzione, sulla scia della positiva esperienza dello scorso anno, che ci ha consentito di portare all’Aquila una tappa del prestigioso premio Campiello. La cultura e il sociale sono assi portanti dell’opera di divulgazione e sostegno della Fondazione Ballone”. Giuseppe Procaccini capo di gabinetto del ministero dell’Interno dal 2008 al 2013, si laurea in Giurisprudenza nel 1970 e nel 1972 entra al Ministero dell’Interno. Arriva a Roma dopo essere stato a Belluno e Rieti, e dopo un periodo al Ministero del Tesoro diventa componente di numerose Commissioni, accompagnando a Bruxelles nel 1990 l’ex Ministro del Tesoro, Guido Carli, alla firma del Trattato di Maastricht.

Nominato nel 1995 Prefetto e direttore della Scuola Superiore del Ministero dell’Interno dove è rimasto fino al marzo 1996 quando il Consiglio dei ministri lo nomina Prefetto di Latina, nel luglio
del 2000 diventa capo della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Sono gli anni in cui lavora a stretto contatto con Gianni De Gennaro, allora capo della Polizia e con il quale Procaccini stringe un ottimo rapporto. Nel novembre 2001 viene nominato vice Capo della Polizia e nel 2006 Capo del Dipartimento per le politiche del personale dell’amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie. Nel giugno del 2008 è nominato da Maroni capo di Gabinetto del
ministro. “Vite all’incrocio”, la sua ultima opera letteraria, è la storia di Michele e Gianna che si incontrano per caso in una sala d’aspetto anonima, dove sperano di trovare rimedio per il rispettivo
dolore. Michele, perseguitato dal rimorso di aver investito ed ucciso, anche senza colpa, un ciclista e Gianna, affranta dal dolore di aver dovuto abortire.

Il romanzo accompagna i due personaggi attraverso la loro vita che li porta, per ragioni di lavoro e familiari, a visitare molte città italiane, da Roma a Bologna, passando per Varese e Napoli. Un romanzo che può essere letto come un vero
viaggio nell’Italia più genuina, proponendo al lettore un finale non scontato, che apre alla speranza.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Canistro, primo Consiglio per il sindaco Vitale

Conferite le deleghe nella prima assise civica guidata dal neo sindaco
Redazione IMN

Aeroporto d’Abruzzo verso la “normalità”

Dal primo febbraio nuovi voli e orari più comodi per lo scalo abruzzese.
Redazione IMN

Approvato dalla Camera dei Deputati il decreto Terremoto

Redazione IMN