INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Lavoro, ASL condannata al pagamento per giusta retribuzione

Per ogni lavoratore una somma dai 4 agli 8 mila euro

Il Giudice del Lavoro ha condannato la ASL 1 Avezzano Sulmona L’Aquila al pagamento, nei confronti dei ricorrenti, delle indennità di pronta disponibilità per i turni svolti, da gennaio 2014, oltre il sesto mensile. La FP CGIL della Provincia dell’Aquila, dopo continue sollecitazioni rivolte all’Azienda Sanitaria, rimaste nel tempo inascoltate, ha depositato a dicembre 2018 tramite l’Avvocato Francesca Ramicone, un ricorso per riconoscere ai lavoratori della ASL la giusta retribuzione per l’attività di pronta disponibilità svolta dai lavoratori della stessa Azienda.

A distanza di un anno dalla presentazione del ricorso, il Giudice del Lavoro ha condannato la ASL al pagamento di somme che per ogni lavoratore vanno da un minimo di 4 mila euro fino a 8 mila euro riconoscendo pertanto il loro diritto a percepire la retribuzione dovuta per i turni di pronta disponibilità svolti oltre il sesto mensile.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Villa San Sebastiano-Barrea, caos sugli spalti e recriminazioni sul campo

Alice Pagliaroli

L’Aquila, il Prefetto Linardi fa visita alla Questura e si complimenta con la Polizia di Stato

Redazione IMN

Diplomazia, ambasciata dell’Azerbaijan in visita in Abruzzo

Redazione IMN