INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

L’arte per raccontare ‘Canistro con i suoi colori e la sua storia’: nel weekend estemporanea e collettiva

Un weekend dedicato allo sfavillio dei colori, tra pennelli e tele, idee sfiorate e poi partorite, rappresentazioni a tema e voli di fantasia. Canistro riabbraccia l’arte e accoglie l’edizione numero 14 dell’estemporanea di pittura, quest’anno dedicata a ‘Canistro con i suoi colori e la sua storia’. Sarà questa la linea da seguire per gli artisti partecipanti, che sono a lavoro già da questa mattina alle ore 10. Un evento artistico-culturale ormai radicato nel territorio rovetano di Cansitro, che offre, a livello paesaggistico, affascinanti e incantevoli scenari pronti, ogni anno ormai, a catturare l’attenzione dei pittori, per essere immortalati dai tocchi di colore stesi con mano gentile e animo di passione. Le opere saranno giudicate, inoltre, da una giuria competente, ai primi tre classificati sarà consegnato un premio in denaro.

 

 

L’iniziativa, collaudata nel tempo in ogni singolo meccanismo, è organizzata e curata dall’amministrazione comunale di Canistro, in particolare dall’assessorato alla cultura, in collaborazione con il Gruppo Artisti Marsarte, che si è occupato, in special modo, di organizzare la Collettiva d’arte contemporanea, contenuta all’interno del programma-evento dell’estemporanea di pittura.

 

 

34 gli artisti che stanno esponendo le proprie opere nella Collettiva d’arte, mostra curata dal dottor Francesco Subrani, all’interno della Chiesa di Santa Maria della Fonticella, aperta dalle ore 10 alle 19, nella giornata di oggi e anche domani, domenica 28 ottobre, nelle medesime fasce orarie.

 

 

L’arte che chiama l’arte, dove è la natura stessa a prestarsi e a mettersi in posa. «Un evento che ormai ha messo le radici sul nostro territorio, che richiama, annualmente, qui a Canistro numerosi artisti, provenienti da varie regioni d’Italia », sottolinea il consigliere Cristiano Iodice. «Far conoscere Canistro attraverso l’arte è importante e il successo che ottiene l’estemporanea lo dimostra di anno in anno, quindi grazie a tutti coloro che hanno collaborato all’organizzazione della gara di pittura e della collettiva d’arte contemporanea, dando vita ad un autentico weekend artistico». Allora l’appuntamento è già iniziato, non resta che farsi trascinare nell’altrove fantastico dei colori, tra le linee che raccontano la storia del paese di Canistro.

 

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Dipendente positiva, chiuso Comune di Sulmona

Dipendenti in smartworking
Redazione IMN

Soppressione del Tribunale di Avezzano, De Angelis: «Dalla Regione pretendiamo risposte»

Redazione IMN

Stretta sulle attività: fiducia e timori di lockdown

Parlano ai nostri microfoni gli esercenti della città di Avezzano.
Redazione IMN