INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

L’Aquila: Pet-Tc fissa al San Salvatore

Macchinario per diagnostica avanzata all'ospedale. Biondi soddisfatto; D’Eramo: “Grande traguardo grazie a Lega"

“Dopo anni di battaglie l’ospedale San Salvatore dell’Aquila potrà dotarsi di un macchinario fisso per la Pet-Tc. Una notizia eccezionale che qualifica non solo il comparto sanitario del territorio aquilano ma dell’intero sistema delle aree interne abruzzesi”.

A dare l’annuncio è il sindaco dell’Aquila, e presidente del comitato ristretto dei sindaci, Pierluigi Biondi.

“La Regione ha autorizzato l’acquisto dell’apparato nell’ambito della realizzazione del nuovo Reparto di medicina nucleare. Si chiude un cammino, complesso, iniziato nel 2014: già allora la Asl1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila aveva inserito la previsione di spesa per l’apparecchiatura nel piano triennale di investimenti senza che né l’assessore regionale alla Sanità dell’epoca, Silvio Paolucci, né la sua maggioranza di centro sinistra rispondessero alle sollecitazioni formulate per superare le criticità cui sono costretti pazienti e operatori sanitari che attualmente utilizzano un mezzo mobile, ubicato all’aperto. – spiega il primo cittadino – Una situazione grave su cui ho più volte richiesto un intervento urgente della Regione, l’ultimo in ordine temporale il 26 gennaio scorso, affinché fosse autorizzato l’acquisto”.

“Con questo provvedimento, a costo zero per l’Azienda sanitaria che anzi trarrà benefici dalla mobilità attiva generata dalla Pet fissa, si porrà finalmente la parola fine ai viaggi della speranza dei numerosi pazienti che fino ad oggi sono stati costretti a recarsi fuori Abruzzo per usufruire delle cure e verrà garantita una struttura adeguata alle esigenze delle professionalità di medici e operatori sanitari”.

“Il mio ringraziamento va al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, all’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì, al direttore del Dipartimento Sanità, Claudio D’Amario, al direttore del Dipartimento tecnico della Asl, Fabrizio Andreassi, e al direttore della Uoc di Medicina nucleare e Tecnologie pesanti della Asl, Massimo Di Pietro che ha sostenuto una battaglia vinta anche grazie alla sua caparbietà e costanza negli stimoli” conclude il sindaco.

“Grazie all’impegno di Nicoletta Verì, assessore regionale alla sanità, e di Pierluigi Cosenza, commissario dell’Agenzia sanitaria regionale, l’ospedale dell’Aquila sarà presto dotato di una Pet/Tc fissa nell’ambito della realizzazione del nuovo reparto di medicina nucleare del presidio ospedaliero. Si tratta di un macchinario innovativo, la Tomografia a Emissione di Positroni, che consente di avere numerosi vantaggi nella diagnostica per immagini, compresa quella di scoprire precocemente i tumori. L’Asl, nonostante l’inerzia del direttore generale Roberto Testa, è stata autorizzata all’acquisto e alla realizzazione del nuovo reparto. Un ulteriore traguardo importante per la sanità aquilana frutto del grande impegno della Lega”, lo dichiara Luigi D’Eramo (Lega), deputato aquilano e segretario regionale.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Orso avvistato in via Napoli ad Avezzano

Alice Pagliaroli

VIDEO. Sisma Centro italia: a Pescina un incontro con gli studiosi dell’INGV

Redazione IMN

Viabilità, posticipati i lavori nel Traforo del Gran Sasso: rinviata la chiusura a nuove date ed orari

Gioia Chiostri