INFO MEDIA NEWS
EVENTI NEWS SLIDE TV

L’Aquila: la luce del braciere della pace illumina la città

Acceso ieri sera il braciere della pace. Inaugurata, col fuoco del perdono, ufficialmente la 727esima edizione del Giubileo più antico della storia.

E’ iniziata ufficialmente stasera la 727esima edizione della Perdonanza Celestiniana dell’Aquila. Il sindaco Pierluigi Biondi ha acceso il braciere della pace davanti alla basilica di Santa Maria di Collemaggio intorno alle 21 e 30, utilizzando il Fuoco del Morrone. Si tratta della fiaccola che il Movimento Celestiniano ha portato dall’eremo celestiniano di Sant’Onofrio (Sulmona) dal 16 agosto, e che è arrivato nel capoluogo abruzzese ripercorrendo il tragitto che Pietro Angelerio affrontò nell’estate del 1294, per arrivare all’Aquila e vestire le insegne da Papa (con il nome di Celestino V), dopo la proclamazione avvenuta nel conclave di Perugia del 5 luglio di quell’anno.

Gli ultimi tedofori sono stati Beatrice Del Vecchio, 17 anni, studentessa del liceo classico Domenico Cotugno, e Marco Iacobucci, anche lui 17 anni, studente del liceo scientifico “Bafile”. Il Movimento Celestiniano, organizzatore dell’iniziativa che si svolge ininterrottamente da 42 anni, li ha scelti per la loro costante presenza nel cammino del perdono anche negli anni trascorsi e per i brillanti risultati scolastici ottenuti, nonostante i disagi dovuti alla didattica a distanza, necessaria per un lungo periodo a causa del covid-19.

Prima della cerimonia inaugurale, il saluto delle autorità è stato portato al pubblico presente a Collemaggio (video schermi sono stati allestiti anche alla scalinata di San Bernardino e a Piazza Duomo) dal vice presidente della Regione Abruzzo, Emanuele Imprudente, delegato dal presidente Marco Marsilio, dal presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, dall’Arcivescovo dell’Aquila, Cardinale Giuseppe Petrocchi e dallo stesso sindaco Biondi (in allegato, l’intervento del primo cittadino).

La Perdonanza Celestiniana dell’Aquila è stata riconosciuta patrimonio culturale immateriale dell’Unesco nel dicembre 2019. Il programma della settimana ruota intorno al momento più importante, quello del 28 agosto, con l’apertura della Porta Santa della Basilica di Santa Maria di Collemaggio, per l’inizio del Giubileo più antico della storia, voluto dal Papa Santo Celestino V con la Bolla del Perdono del 29 settembre 1294.

Ora è in corso lo spettacolo della prima serata. Tanti artisti si stanno alternando sul palco antistante la basilica di Collemaggio (denominato “Teatro del Perdono”), nell’ambito dello spettacolo “Un canto per la rinascita – di viaggio e di cuore”.

Si tratta di un evento ideato dal direttore artistico della Perdonanza, maestro Leonardo De Amicis, e scritto insieme con Paolo Logli. Nella serata presentata anche quest’anno dalla conduttrice televisiva Rai Lorena Bianchetti, i protagonisti sono Roby Facchinetti, Irene Grandi, Michele Zarrillo, Simone Cristicchi e Orietta Berti, accompagnati dall’Orchestra del Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila e dai cori della Schola Cantorum di San Sisto e della Corale L’Aquila, tutti diretti dal maestro De Amicis.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Un nuovo caso di contagio in Abruzzo

Resta invariato il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia non intensiva della ...
Redazione IMN

Arbitro di serie A Di Paolo incontra studenti del Serpieri

Sport ed Educazione Civica al centro del dibattito
Redazione IMN

Avezzano città unita contro l’ombra buia del Cyberbullismo: domani incontro al Castello con gli studenti

Redazione IMN