INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

L’Aquila città europea dello sport 2022

Il sindaco Biondi e l'assessore Fabrizi commentano la notizia: "È un motivo di grande soddisfazione per la nostra città che vede riconosciuta la sua importante tradizione sportiva e gli sforzi che questa amministrazione sta portando avanti per potenziare e valorizzare l’impiantistica sull’intero territorio comunale"

“La città dell’Aquila è stata dichiarata città europea dello sport 2022”.

Ad annunciarlo sono il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’assessore allo sport, Vittorio Fabrizi, che oggi hanno ricevuto la comunicazione ufficiale da Gian Francesco Lupattelli, presidente e fondatore di Aces Europe, l’associazione che conferisce il riconoscimento.

“È un motivo di grande soddisfazione per la nostra città che vede riconosciuta la sua importante tradizione sportiva e gli sforzi che questa amministrazione sta portando avanti per potenziare e valorizzare l’impiantistica sull’intero territorio comunale. – spiegano Biondi e Fabrizi – La scorsa settimana la delegazione della commissione esaminatrice ha potuto visionare ciò che è stato fatto e le opere che sono tutt’ora in corso di realizzazione per garantire ad atleti, giovani e appassionati strutture moderne, sicure e tecnologicamente all’avanguardia”.

“Il nostro ringraziamento va all’assessore regionale allo Sport, Guido Liris, che ha supportato il nostro percorso, e a quanti, in silenzio e con grande spirito di abnegazione, hanno lavorato incessantemente per cogliere questo prestigioso obiettivo”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Pucetta domina e vince, De Roccis lancia il Celano

Successi marsicani nella prima di ritorno: in vetta allungo dell'Aquila
Redazione IMN

Incendio a Carsoli, presidio nella notte

Il sindaco: "Il mio pensiero va agli uomini e alle donne dei vigili del fuoco e della protezione ...
Redazione IMN

Virus, i dati aggiornati: oggi + 150 casi

Sono invece 562 i guariti della giornata odierna. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità.
Redazione IMN