INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS SLIDE TV

L’Aquila, nel 2022 i 500 anni dalla nascita di Margherita d’Austria

Fu governatrice dell'Aquila. Il Comune avvia la macchina dell'organizzazione. Margherita, figlia dell’imperatore Carlo V d’Asburgo, scomparve nell'anno 1586: i 500 anni dalla sua nascita ricorreranno proprio nel 2022.

Il Comune dell’Aquila dà il via ai preparativi per rendere omaggio a Margherita d’Austria, figlia dell’imperatore Carlo V d’Asburgo e governatrice della città dal 16 dicembre 1572, sino alla sua morte avvenuta nel 1586, in occasione dei 500 anni dalla sua nascita che ricorreranno nel 2022. A darne notizia è il sindaco dell’Aquila a seguito della giunta comunale in cui è stato deliberato lo stanziamento di 200mila euro per tutte le iniziative scientifiche e culturali che celebreranno la figura femminile, determinante per il territorio aquilano e non solo.

“Tenere vive radici e memoria è un principio della nostra comunità. – dichiara Biondi – A Margherita è intitolato il palazzo di città, ormai in fase di restituzione alla Municipalità e agli aquilani. Crediamo che il contributo dell’erede imperiale e intraprendente Margherita sia stato decisivo nella costruzione della nostra identità e storia cittadina. Istituiremo un comitato scientifico e organizzativo che dovrà occuparsi di tracciare, attraverso momenti di ricordo e studio, di sensibilizzazione delle giovani generazioni, il personaggio Margherita e le sue conquiste di civiltà affinché possiamo tutti riscoprirne grinta, sapienza e grazia”.

Il programma sarà redatto con l’ausilio e la collaborazione di altre istituzioni, di storici esperti e rappresentanti della società civile.

La valorizzazione di Margherita d’Austria – prosegue il sindaco – era già all’interno del nostro dossier di candidatura a Capitale italiana della Cultura. Tanto abbiamo creduto nella bontà di quel progetto nel suo complesso, della cultura quale elemento caratterizzante la definitiva rinascita del territorio, che proseguiamo nel realizzarlo. Uno dei tanti esempi è l’istituzione appena avvenuta dell’Osservatorio culturale urbano, in sinergia con il dipartimento Social Sciences del GSSI, il primo in Italia a monitorare e analizzare i dati dell’industria culturale per orientare strategie e scelte di crescita”.

A presiedere il comitato scientifico sarà Silvia Mantini, professoressa di Storia Moderna, presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli Studi dell’Aquila, che, ringraziando il sindaco per la fiducia tiene a sottolineare che “il segno di Margherita d’Austria all’Aquila e in Abruzzo è il simbolo dell’azione di una donna del Cinquecento che, con doti modernissime di amministrazione tra feudi farnesiani e corona spagnola, seppe inserire L’Aquila e il territorio nelle reti culturali e politiche della Penisola e dell’Europa, lasciando tracce percorse in futuro ben oltre il suo operato”.
Le celebrazioni per Margherita d’Austria si terranno nel corso del 2022 secondo un calendario in fase di definizione.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Progetto Protezione Civile, stamani l’incontro con i docenti degli istituti scolastici: manca poco all’Exercise 2019

Gioia Chiostri

Aric, avvocato Cavallo nuovo direttore generale

Avvocato 47enne di Salerno alla guida Agenzia Regionale per l’Informatica e la Committenza
Redazione IMN

Traffico di droga in Valle Roveto: 3 misure cautelari

Misure cautelari per un uomo e due donne
Redazione IMN