INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV Sport

L’Angizia ci ha preso gusto: altro 1-0 in trasferta e playoff ad un passo

Biancazzurri corsari a Nereto grazie a Guerra. Il Capistrello perde con la Torrese: la società alza la voce contro i torti arbitrali subiti

L'Angizia ci ha preso gusto: altro 1-0 in trasferta e playoff ad un passo

L’Angizia Luco sa solo vincere. Sul campo di un Nereto in caduta libera (giunto alla settima sconfitta di fila), i marsicani incamerano i tre punti grazie al gran gol di Nicola Guerra in avvio di partita (6′). Numeri da record per la banda Giordani: quarta vittoria consecutiva, la terza in trasferta e sempre per 1-0. Un ruolino di marcia che sa di vera e propria avanzata verso il sogno playoff. Con la vittoria al Comunale di Nereto, gli angiziani si portano al sesto posto in solitaria, a meno uno dalla zona spareggi. Sognare non è proibito.

Domenica amara, invece, per il Capistrello, uscito sconfitto dal Comunale di Castelnuovo Vomano contro una rinvigorita Torrese. Al vantaggio iniziale dei giallorossi con Ranieri (11′), i granata rispondono con il gol di Simoni in chiusura di tempo (45′) ma capitolano nell’ultimo minuto del match a causa del contestatissimo rigore trasformato da Di Sante (90′). A finire nel mirino della società rovetana è la direzione del signor Matteo Dini della sezione di Città di Castello: «Con grande disappunto e dispiacere – si legge in una nota del club – la US Capistrello è costretta a rendere noto quanto accaduto in occasione della trasferta in casa della Torrese. In ogni gara casalinga accogliamo i nostri avversari e la terna arbitrale con la massima cortesia e disponibilità ricevendo i complimenti al di là del risultato. Abbiamo valori umani e sportivi che continuiamo a portare avanti e di cui ne andiamo fieri. Per noi la partita di calcio è un momento di aggregazione, una giornata di puro e semplice sport. Non è stato bello vedere oggi un arbitro prepotente e arrogante contro la nostra squadra e tutto il nostro staff».

La società del Presidente Settimio Colangelo sottolinea, in particolare, l’espulsione per proteste del capitano Luca De Meis e il rigore assegnato alla Torrese, definito senza troppi giri di parole «inesistente». «Siamo fiduciosi che possa essere soltanto un episodio – conclude la nota societaria – e crediamo nella buona fede di tutti e invitiamo soltanto a un po’ più di accortezza da parte dei vari organi, magari nel designare, controllare e prendere provvedimenti».

In classifica, i granata di Torti vengono scavalcati dal Lanciano e raggiunti dal Bacigalupo Vasto Marina, rimanendo a meno 4 dal Castelnuovo (con una partita in meno).

Altre notizie che potrebbero interessarti

Knockout game sul lungomare di Pescara: arrestato per aggressione un giovane albanese

Redazione IMN

Spoleto non dimentica l’Aquila

Il 29 giugno alle ore 18 a Spoleto il premio Le Rosse Pergamene del Nuovo Umanesimo
Redazione IMN

VIDEO. I segreti del lago del Fucino in un dvd: Avezzano diffonde la sua storia

Kristin Santucci