INFO MEDIA NEWS
NEWS SLIDE TV Sport

#LafavoladelPucettacontinua: contro il Montorio una sconfitta pesante (1-4), ma il percorso di crescita non si ferma

Pucetta – Montorio 88 termina 4 a 1 per gli ospiti che in campo mettono in la propria forza e anche tanta umiltà. L’aggressività dei gialloneri infatti ha limitato le giocate del Pucetta, quest’oggi con un’inedita maglia arancione. Mister Giannini deve fare a meno di Barrow per squalifica. La partita si gioca su un campo appesantito dalle piogge copiose degli ultimi giorni.

 

Dal fischio di inizio di Marchetti, della sezione dell’Aquila, al 3’ è Ioannone ad andare al tiro, ma la sua conclusione viene ribattuta da Tavani. Al 15′ il Pucetta ha l’occasione di poter battere a rete quando da un’azione ben orchestrata da Sabatini ed Incerto sulla destra, la palla arriva sui piedi del centrocampista che non trova il tempo per calciare a rete da posizione favorevole nell’area di rigore ospite. Ma nel momento migliore del Pucetta arriva la rete ospite al 17′ con Ridolfi che batte a rete sul primo palo appena dentro l’area di rigore. Il tempo di riportare la palla al centro e Salvi dalla sinistra si accentra e dal limite dell’area calcia sul primo palo insaccando per lo 0-2. Un uno-due micidiale che taglia le gambe al Pucetta. Se ci aggiungiamo anche un pizzico di fortuna per gli ospiti, ecco che al 21′ Ridolfi si inventa una conclusione dai 30 metri che si infila imparabilmente sotto al sette del secondo palo. Tre gol in cinque minuti che abbatterebbe le speranze di chiunque. Il Pucetta tenta la reazione, con Kande che va al tiro al 28′, ma Merlini para con sicurezza. Ci prova anche Sabatini al 36′ dal limite dell’area, ma sempre Merlini è lì a fare buona guardia.

 

Nel secondo tempo mister Giannini manda in campo ‘Pungiglione’ Paolini che al 50′ trova la rete grazie ad un gran colpo di testa a scavalcare Merlini su assist di Di Silvio. Il Pucetta riprende coraggio e si spinge in avanti sperando nella clamorosa rimonta. Tuttavia inevitabilmente i gialloblù si espongono alle ripartenze del Montorio.

 

Al 53′ D’Alessandro impegna Colella su calcio da fermo e al 55′ Faragalli va al tiro, ma sempre Colella riesce a disinnescare la minaccia. Qualche minuto dopo Pigliacelli dal fondo va al cross, ma sulla palla non trova nessun compagno. E’ il preludio alla rete che arriva al 61′ con il neo entranto Arrighetti che approfitta di un errore difensivo giallobù per battere Colella per la quarta volta. A questo punto c’è poco altro da raccontare con il Pucetta che non riesce più ad impensierire Merlini e con il Montorio che a tratti cerca sortite offensive. E’ sicuramente una sconfitta pesante nel punteggio, ma non deve cambiare di una virgola quello che è il cammino e il percorso di crescita che il Pucetta deve portare avanti. Testa ora al Real 3C Hatria per continuare ad inseguire il sogno salvezza.

 

PUCETTA – MONTORIO 88: 1-4

 

PUCETTA Colella, Di Silvio, Tavani, Idrofano (1′ st Paolini), Castellani, Bisegna, Sabatini, Liberati, Mattei (36′ st Nazzicone), Incerto, Kande (32′ st Tarola G.). A disp.: Dell’Unto, Pataccoli, Padovani, Massaro, Taglieri, Silvestri. All.: Corrado Giannini.

 

MONTORIO 88 Merlini, Di Silvestre, Pizii (5′ st Arrighetti), D’Alessandro, Acciari (37′ st Marano), Marini, Ioannone (41′ st Shabani), Salvi, Ridolfi (5′ st Di Stefano), Pigliacelli, Faragalli. A disp.: Ricci, Lolli, Maselli, De Marcellis, Azemi All.: Bruno Di Luigi

 

Arbitro: Marchetti dell’Aquila Marcatori: 17′ pt Ridolfi, 19′ pt Salvi, 21′ pt Ridolfi, 5′ st Paolini, 16′ st Arrighetti. Note: Ammoniti: Idrofano, Colella, Kande, Acciari, Incerto. Corner: 10-5

 

Fonte e foto di: Ufficio Stampa – ASD Pucetta

Altre notizie che potrebbero interessarti

Luci accese sull’estremo difensore del Pucetta: «Potremmo fare meglio di una salvezza tranquilla, ecco cosa penso»

Redazione IMN

Plus Ultra, il futuro si costruisce tra i pali: tra solide riconferme in porta e nuove leve da formare

Gioia Chiostri

Ai nastri di partenza ‘Capistrello Classica’: la rassegna dà appuntamento per 3 imperdibili concerti

Redazione IMN