INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

La tradizione della Madonna della Vittoria ai tempi del Virus

La comunità aiellese colpita in una delle sue tradizioni più solide. Niente fedeli, né processione per le celebrazioni del Santo Patrono. Il sindaco Enzo Di Natale: «Un momento che rimarrà nella storia del nostro Paese».

La tradizione della Madonna della Vittoria ai tempi del Virus

Festa insolita ad Aielli per le celebrazioni della Madonna della Vittoria.

Per la prima volta, dopo oltre 250 anni, non saranno presenti i fedeli, né sarà svolta la consueta processione.

«Per la prima volta nella storia viene fermata una solida tradizione. Non era mai successo in 250 anni. È un momento particolare che rimarrà nella storia del nostro Paese» afferma il sindaco Enzo Di Natale.

Una tradizione solida per l’intera comunità ma che il Virus è riuscito a toccare nel cuore, almeno per quest’anno.

Una devozione che il Virus ha toccato, distanziandoci anche dalle tradizioni più solide.

Il sindaco sarà presente, insieme al parroco, alla funzione religiosa che si svolgerà oggi pomeriggio alle 18.

«Si tratta di un Santo Patrono con cui vi è un legame strettissimo. Oggi, alle ore 18, si svolgerà la funzione religiosa nella Chiesa SS. Trinità che sarà visibile in diretta dalla pagina Parrocchie Ss. Trinità e San Giuseppe. Insieme a Don Luigi ci sarò io seduto tra i banchi vuoti» così il primo cittadino» conclude il primo cittadino.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Convegno medico sabato mattina a L’Aquila

Si parlerà di anestesia, rianimazione e chirurgia robotica
Redazione IMN

Fillea Cgil, Amicucci confermato segretario: ok all’accorpamento Federazioni Abruzzo-Molise

Redazione IMN

Rapporto sessuale in cambio di droga: ai domiciliari spacciatore 29enne

Kristin Santucci