INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

La strage nelle RSA: più di un terzo muore per Covid-19

L’Abruzzo è l’unica regione a non avere morti ufficiali per coronavirus nelle RSA

La strage nelle RSA: più di un terzo muore per Covid-19

Una strage lenta e silenziosa. Il Coronavirus si nasconde anche all’interno delle RSA (Residenze Sanitarie Assistite) mietendo, secondo un report diffuso dall’Iss, 133 vittime.

La ricerca parla di un totale di 3.859 decessi registrati nelle RSA dallo scorso 1 febbraio. Di questi, 133 pazienti sono risultati positivi al Covid-19 mentre altri 1.310 avevano manifestato sintomi simil-influenzali (il 37,4% sul totale delle morti).

La regione con più casi è la Lombardia, con 1.822 decessi totali, di cui 934 (il 51,3%) positivi al coronavirus o con sintomi.

In Abruzzo si contano 32 morti nelle RSA ma nessuno riconducibile al Covid-19. La nostra è al momento l’unica regione italiana a non aver nessun paziente di RSA morto ufficialmente per coronavirus.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Stalking ad un uomo 60enne, divieto di avvicinamento per un 50enne aquilano

Redazione IMN

A Cese, la via del latte a (s)passo con il tempo

Redazione IMN

VIDEO. Vaccini obbligatori per bambini e studenti, il Ministro: «misura a difesa della comunità»

Claudia Ursitti