INFO MEDIA NEWS
Attualità EVENTI NEWS

La Protezione Civile di Tagliacozzo scende in azione: tutte le regole per difendersi dal terremoto

Quando la terra trema, non si è mai abbastanza pronti nel sapere come muoversi e come comportarsi per salvaguardare la propria sicurezza. La nostra regione poi è particolarmente soggetta a scosse sismiche, ragion per cui bisogna conoscere tutti i precetti validi ai fini di un’idonea condotta in caso di terremoto.

‘Io non rischio’: campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile 15 e 16 ottobre i volontari della associazione NOVPC di Tagliacozzo in Pzza Duca degli Abruzzi – Tagliacozzo (AQ)

14567607_1651635958500521_1570489808949373910_oPer  il  sesto  anno  consecutivo  il  volontariato  di  Protezione  Civile,  le istituzioni  e  il  mondo  della ricerca  scientifica  si  impegnano  insieme campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il weekend del 15 e 16  ottobre 7.000 volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi ‘Io non rischio’ in circa 700 piazze  distribuite  su  tutto  il  territorio nazionale  per  diffondere  la  cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. A poco meno di due mesi dal sisma che  ha  colpito  il  centro  Italia  il mondo  del  volontariato,  che  insieme  al Servizio  Nazionale  della  Protezione  Civile  è  in  prima  linea  nella  gestione dell’emergenza, si farà portavoce delle buone pratiche di prevenzione dei rischi.

Sabato  15  e  domenica  16  ottobre,  in  contemporanea  con  altre piazze  in  tutta  Italia,  i  volontari  dell’associazione  NOVPC  di Tagliacozzo partecipano alla campagna con un punto informativo

‘Io  non  rischio’  allestito  a  Tagliacozzo  in  Piazza  Duca  degli Abruzzi per  incontrare  la  cittadinanza,  consegnare  materiale informativo e rispondere alle domande su cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio terremoto e maremoto.

“Io  non  rischio”  –  campagna  nata  nel  2011  per  sensibilizzare  la popolazione  sul  rischio  sismico  –  è  promossa  dal  Dipartimento  della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto  Nazionale  di  Geofisica  e  Vulcanologia  e  Reluis-Rete  dei Laboratori  Universitari  di  Ingegneria  Sismica.  L’inserimento  del  rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di  Oceanografia  e  di  Geofisica  Sperimentale,  AiPo-Agenzia  Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università  della  Calabria,  Fondazione  Cima  e  Irpi-Istituto  di ricerca  per  la  Protezione  idro-geologica.  L’edizione  2016  coinvolge volontari e volontarie appartenenti alle sezioni locali di 27 organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile, nonché a gruppi comunali e associazioni locali.

L’elenco dei comuni interessati dalla campagna il prossimo 15 e 16 ottobre è  online  sul  sito  ufficiale  della  campagna,  www.iononrischio.it,  dove  è inoltre  possibile  consultare  i  materiali  informativi  su  cosa  sapere  e  cosa fare prima, durante e dopo un terremoto o un maremoto.

È ancora cocente la ferita aperta nella terra e nei cuori dal recente terremoto del Centro Sud, informarsi per agevolare la prevenzione potrebbe essere fonte di salvezza.

 

Tagliacozzo, 09.10.2016

Per informazioni sulla piazza:

Michela Rampa – 3385674035 michela.rampa@gmail.com

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

37esima Tendopoli di San Gabriele: domenica da Cascia partirà la fiaccola della Speranza

Redazione IMN

Covid-19, negativo l’uomo che ha tentato di buttarsi dal balcone

Il responso è arrivato stamattina. L'uomo di Avezzano, che ha provocato un incidente stradale ...
Redazione IMN

Celano, 200 mila euro per gli artigiani

Sostegno anche per gli artigiani, Santilli: "Già liquidati anche 60 mila euro per commercianti, ...
Redazione IMN