INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

La Polizia cerca 40 medici: c’è tempo fino al 3 febbraio

Se non hai compiuto 35 anni e sogni di entrare a far parte del settore sanitario della Polizia di Stato, puoi presentare la domanda di partecipazione a partire da domani 5 gennaio.

Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 4 gennaio 2022 è pubblicato il bando del concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione di 40 medici da immettere nella qualifica iniziale della carriera dei medici della Polizia di Stato, indetto con decreto del Capo della Polizia – Direttore generale della pubblica sicurezza del 28 dicembre 2021.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate dalle ore 00.00 del 5 gennaio 2022 alle ore 23.59 del 3 febbraio 2022, utilizzando esclusivamente la procedura informatica disponibile all’indirizzo https://concorsionline.poliziadistato.it (cliccando sull’icona “Concorso pubblico”).

A quest’ultima procedura informatica, il candidato può accedere attraverso i seguenti strumenti di autenticazione:

Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), con le relative credenziali (username e password), che dovrà previamente ottenere rivolgendosi a uno degli identity provider accreditati presso l’Agenzia per l’Italia Digitale (A.G.I.D.), come da informazioni presenti sul sito istituzionale www.spid.gov.it;

Sistema di identificazione digitale “Entra con CIE” con l’impiego della CIE (Carta di Identità Elettronica), rilasciata dal Comune di residenza, a cui si potrà accedere con tre modalità:

a) “Desktop” – si accede con pc a cui è collegato un lettore di smart card contactless per la lettura della CIE. Per abilitare il funzionamento della CIE sul proprio computer è necessario installare prima il“Software CIE“;

b) “Mobile” – si accede da smartphone dotato di interfaccia NFC e dell’app “Cie ID” e con lo stesso si effettua la lettura della CIE;

c) “Desktop con smartphone” – si accede da pc e per la lettura della CIE, in luogo del lettore di smart card contactless, l’utente potrà utilizzare il proprio smartphone dotato di interfaccia NFC e dell’app “Cie ID” .

Il candidato dovrà inoltre essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui personalmente intestato, dove riceverà le comunicazioni relative al concorso.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Mannetti: “Riportare sede Soccorso alpino all’Aquila”

Assessore comunale alla Mobilità: "Il Comune mette a disposizione l’Aeroporto dei Parchi di ...
Redazione IMN

Conciliazione lavoro-famiglia per le donne: Avezzano al secondo posto nella graduatoria regionale

Redazione IMN

Venezia: quando i viaggi si trasformano in incontri interessanti

Redazione IMN