INFO MEDIA NEWS
NEWS SLIDE TV Sport

La Fucense batte il Popoli in casa: ed è di nuovo effetto Wow!

Una straordinaria storia calcistica di un ordinario impegno quotidiano. In casa, la Fucense non delude. Finisce 4-1 contro il Popoli. Il Mister: "I miei complimenti alla squadra, meglio di così non si poteva".

No, non si ferma. No, non ne vuole proprio sapere di vincere una partita per un solo gol di scarto. La Fucense, alla 17esima Giornata di Campionato di Prima Categoria, Girone A, si fa riconoscere per quella che è, tra le pareti amiche e affezionate dello Stadio comunale di Trasacco. Affonda, oggi, un altro bel poker d’assi contro l’avversaria. La Fucense, insomma, zitta zitta e domenica dopo domenica, ridà prova del suo enorme spirito da re Leone.

“All’inizio, siamo andati sotto di 1 gol, per due rigori, uno dei quali ha fatto centro. Il portiere della Fucense è comunque stato bravo, perché ha parato il primo tiro del Popoli. Nella prima frazione di gioco, abbiamo colpito due pali”. Tocca ancora ad Antonello Gallese tracciare le linee del gioco, sul taccuino del racconto, di quello che oggi è avvenuto a Trasacco.

Il secondo rigore è stato mordace: il Popoli è andato in vantaggio di una rete. “Noi, però, abbiamo sempre tenuto stretto il pallino del gioco in mano. – avverte il Mister – Nutro qualche dubbio sul secondo rigore dato dall’arbitro – dice il trainer dei rossoblù – ma rivedrò l’azione per capire meglio, anche perché un fallo di mano a nostro favore, poi, non è stato notato”, dice.

“Nonostante, comunque, il vantaggio avversario, i nostri hanno combattuto da vera squadra e, infatti, abbiamo pareggiato con Moro, sempre su rigore. Abbiamo chiuso il Primo Tempo con il vantaggio di 2-1, grazie ad una rete di Samba Sow, dopo un’azione di prima spettacolare”, afferma Gallese.

“Voglio solo dire – aggiunge – che oggi noi siamo partiti malissimo, in termini calcistici: abbiamo subito due rigori; però, la forza della squadra è stata incommensurabile; chi stava in panchina ha fatto poi la differenza in campo, una volta dentro; chi, invece, ha giocato dall’inizio, ha speso tutto se stesso per il gruppo, dando l’anima”.

Comincia il Secondo Tempo e la Fucense viene impigliata in una fase di stallo. “Sapevamo già che il Popoli fosse una buona squadra capace di verticalizzare subito: noi, però, siamo stati attenti e, una volta entrato in campo Salvi, è stato devastante: ha letteralmente spaccato la partita con due percussioni, un assist e un gol. Devo fare i miei complimenti alla squadra, tutta, perché oggi sul rettangolo verde di gioco si è comportata da vera Squadra, con la S maiuscola!”. Un 4-1 targato Trasacco, finale, che pesa parecchio, in fatto di numeri e cifre: un primo posto in classifica che, per ora, non si tocca (38 punti sulla carta, con il Moro Paganica che si ferma a quota 34, perdente nella Giornata odierna contro il Villa Sansebastiano)con un bonus punteggio da giocare, valevole per la 18esima Giornata.

“Domenica prossima – conclude il Mister – ci sarà un altro scontro diretto a Paganica, quindi ora penseremo a lavorare bene questa settimana”.

Ed anche il Capocannoniere resta lì, in maglia rossoblù, immolato ad andare quasi di pari passo con la classifica. Moro a quota 22 gol. Moro che oggi ha segnato altre due reti.

Chi più ne ha, più ne metta. E se il tifo arriva anche dal Trentino Alto-Adige, in diretta streaming, allora la Fucense ha fatto davvero colpo.

Altre notizie che potrebbero interessarti

In stato confusionale in autostrada: salvata da un finanziere

L’uomo, fuori servizio, ha recuperato la giovane lungo la A14
Redazione IMN

Abruzzo, nuove linee guida per l’apprendistato professionalizzante

Redazione IMN

Terremoto, Regione Abruzzo: approvato l’avviso per l’acquisto di alloggi

Redazione IMN