INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

La Casa Famiglia ‘L’Angolo del sorriso’ apre le porte a Cerchio

img-20160927-wa0002Nasce un nuovo ‘angolo rifugio’ per i minori disagiati.

Verrà inaugurata, di fatti, venerdì 30 ottobre prossimo, alle ore 10.30, a Cerchio la Casa Famiglia ‘L’Angolo del sorriso’, fortemente voluta dal sindaco di Cerchio, Gianfranco Tedeschi, e dalla sua Amministrazione.

Per la cerimonia inaugurale sono state invitate le scuole del paese, le diverse amministrazioni della Marsica nonché una rappresentanza della Regione. Fautrici di questo progetto, così ambizioso, sono le tre donne al timone della ‘Cooperativa Andromeda’, fra cui Iva Stornelli, presidente, e Sara Di Salvatore, psicologa nonché coordinatrice.

La ‘Casa’ di Cerchio non è, ad oggi, l’unico rifugio sicuro per i minori disagiati della Marsica. Lo scorso mese di luglio, infatti, un’altra dello stesso tipo e tenore è già stata inaugurata a Lecce nei Marsi, pensata, nella sua architettura materiale ed immateriale, proprio per assistere otto ospiti minorenni che versano in condizioni di svantaggio.

«Si è voluto creare un servizio residenziale per i minori in situazioni di disagio poiché, nella Marsica, sono poche le strutture che offrono questo servizio. – afferma Sara di Salvatore, che continua – La nostra idea è quella di ricreare un ambiente solare e tranquillo, con lo scopo di dare ai ragazzi, ospitati, una parvenza di vera e propria famiglia, quella che, per svariati motivi, gli è stata tolta».

In un ambiente cosi delicato, un ruolo di fondamentale importanza sarà quello svolto dagli operatori del centro, che presteranno servizio 24 ore al giorno. Precisa la dottoressa Di Salvatore: «Ogni operatore dovrà essere, per i ragazzi ospitati, una figura di rifermento in grado di sopperire al vuoto lasciato dalla mancanza di una figura genitoriale. L’operatore dovrà, dunque,  monitorare il ragazzo sin dal momento dell’accoglienza e seguirlo, poi, nello sviluppo delle proprie autonomie. Dovrà, quindi, rappresentare un punto fermo durante tutto il percorso».

Il progetto, completamente autofinanziato dalla ‘Cooperativa Andromeda’ nasce, dunque, per raccogliere il grido di aiuto lanciato da quei bambini ai quali è stato negato, per colpa delle varie e maledette vicissitudini della vita, quel diritto fondamentale di essere dei figli. La Casa Famiglia ‘L’Angolo del sorriso’ vuole, infine, prendere per mano i piccoli ospiti, sostenendoli ed accompagnandoli, attraverso un’assistenza formativa, psicologica ed ‘umana’, nel periodo più bello ma anche più delicato della vita di una persona, l’infanzia che guarda all’adolescenza.

Foto di: creareprimavera

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Sesta ‘Notte rosa’ a Trasacco: messaggi d’amore contro la violenza di genere

Gioia Chiostri

Pronto Soccorso Avezzano: De Angelis chiede nuovo personale e anticipa l’incontro con Tordera

Redazione IMN

VIDEO. Santa Croce: giovedì si riunisce la Commissione di gara per la concessione

Gioia Chiostri