INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Iride Cosimati fa il passo: “Appoggio l’Amministrazione”

Secca presa di posizione - che era in verità già nell'aria da tempo a Palazzo Città - da parte della consigliera comunale di Fratelli D'Italia, Iride Cosimati. Ammette, dopo la querelle Genovesi-Presutti: "Io sto con la città". L'ex presidente del Consiglio della Giunta De Angelis si scaglia contro Alfatti Appetiti: "Parla a nome mio senza informarmi".

Fratelli d’Italia ‘giustifica’ gli attacchi del leghista Tiziano Genovesi verso il consigliere Gianluca Presutti, Iride Cosimati si dissocia e prende le distanze dal partito locale coordinato da Alfatti Appetiti”, così si legge in una nota stampa firmata dalla stessa consigliera comunale di Fd’I e diramata alla stampa. Sta con la Maggioranza e parla apertamente di politica responsabile, soprattutto in questo particolare momento storico.

“Penso che a tutto ci sia un limite – afferma Cosimati – e che in questa brutta vicenda si sia superato abbondantemente. Invece di invitare chi è andato oltre, arrivando anche a coinvolgere una persona che non c’è più, a chiedere perlomeno scusa, Alfatti Appetiti si erge a suo difensore d’ufficio”.

Una goccia che ha fatto traboccare il vaso. Cosimati, unica eletta di Fd’I in consiglio comunale, dice basta.“Per l’ennesima volta Alfatti Appetiti parla anche a nome mio, senza informarmi, né condividere con me quanto da lui dichiarato. Tra l’altro, parla ancora in qualità di coordinatore cittadino di Fd’I, nonostante io avessi avuto ampie rassicurazioni, da parte del partito, che non avesse più il titolo per farlo“. Stando a quanto dichiarato dalla consigliera comunale, sarebbe stata la recente presa di posizione del coordinamento cittadino a far scatenare la sua reazione di presa netta delle distanze. Qualche avvisaglia comunque v’era stata anche nel passato, come raccontato già da questa Redazione.

“Visto l’andazzo – spiega Cosimati – penso che l’unica strada possibile per rappresentare al meglio le istanze degli oltre 500 cittadini che mi hanno onorato del loro voto, sia quella di prendere le distanze dal partito locale orientato solo alla polemica distruttiva. Scelgo la Città. Mi dissocio e sostengo, invece, le tante iniziative concrete messe in cantiere dall’amministrazione Di Pangrazio con l’obiettivo di rilanciare la Città. Cito, ad esempio, la riqualificazione del centro storico, la realizzazione della cittadella dello sport nella zona della Pineta, la valorizzazione della riserva del monte Salviano, il completamento del nuovo Municipio, il sostegno alle attività commerciali e alle categorie più deboli, il raddoppio della ferrovia Roma-Avezzano-Pescara. Obiettivi di grande rilevanza per la città, per i quali avevo già presentato emendamenti, che l’attuale amministrazione Di Pangrazio ha approvato e che, quindi, sono stati anche da me votati favorevolmente in consiglio comunale. In questo particolare momento storico segnato dalla pandemia occorre una politica responsabile che guardi ai contenuti e non corra dietro agli slogan, né si lasci andare ad attaccare chi legittimamente e con il massimo rispetto ha esposto un pensiero diverso. Si chiama democrazia”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Crollo balconi Progetto Case, udienza preliminare fissata al 7 novembre

Gioia Chiostri

Operazione sbagliata, avezzanese perde l’uso di una mano

La Asl dovrà risarcirlo di 113 mila euro. Sentenza in primo grado.
Redazione IMN

“Intitolare sentiero Valle Majelama a escursionisti”

Proposta lanciata da un escursionista amico di Gian Mauro Frabotta. Il commovente ricordo: "Hai ...
Redazione IMN