INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA Sport

Incredibile a Villa San Sebastiano: match col San Benedetto Venere sospeso e arbitro al pronto soccorso

Pomeriggio sportivo fuso con la cronaca. A Villa San Sebastiano il pomeriggio del campo di calcio non è andato come da programma. Match interrotto a metà e direttore di gara al pronto soccorso del presidio ospedaliero di Avezzano. Stando a quanto dichiarato dalla società avversaria, quella dei lupi del San Benedetto Venere, la bagarre in occasione della quale l’arbitro sarebbe stato aggredito, si sarebbe creata al momento dell’espulsione di un giocatore del Villa. In attesa di replica da parte della squadra di casa, riportiamo la nota diramata dall’ufficio stampa del San Benedetto Venere.

Oggi gara valevole seconda giornata girone A tra la nostra squadra il San Benedetto Venere e la squadra di casa del villa San Sebastiano. Inizio partita molto spigoloso, come giusto che sia, e la nostra formazione si porta in vantaggio con goal di Zarini. Poco dopo l’espulsione da parte del Signor Marco Carugno della sezione di Sulmona di Danilo Aureli.

Subito attorno all’arbitro si è sviluppato un capannello di gente, che ha cominciato ad insultarlo verbalmente e spintonarlo. Il direttore di gara è stato messo al riparo nell’area della nostra panchina, dove è rimasto fino alle rassicurazioni necessarie, così da riprendere la partita dopo una prima sospensione di circa 10 minuti. La partita è ripresa ancora più calda e, verso la fine del primo tempo, il signor Carugno ha deciso di chiudere la gara. Il referto di sospensione riporta nero su bianco l’espulsione di Aureli, nonché la dicitura per partita sospesa, causa malore dell’arbitro. Il fischietto di Sulmona è stato immediatamente accompagnato dal proprio genitore al pronto soccorso dell’ospedale civile di Avezzano. La nostra squadra, rimasta ai margini di quanto accaduto, ha dovuto accettare la decisione rientrare nello spogliatoio e lasciare il campo. Ci auguriamo che quanto accaduto oggi al signor Marco Carugno della sezione di Sulmona, a cui vanno i nostri migliori auguri di pronta guarigione, sia da esempio per le giornate avvenire, affinché si possa vivere belle giornate di sport e non momenti indecorosi.

La nostra società che si sta contraddistinguendo per colori dello sport, oggi vuole giustizia e chiarezza.

Riportiamo anche lo sfogo di uno dei patron del sodalizio rosso gialloverde. Beniamino Cerasani al termine del match ha dichiarato: «Quello che è successo oggi a Villa San Sebastiano ha dell’incredibile. Se si deciderà di ripetere la gara per noi sarà una beffa. Un grazie sentito va espresso a prescindere a tutti i tifosi, sempre numerosi, che con il loro tifo hanno trascinato letteralmente la squadra. Vogliamo che la nostra società, oggi rimasta incredula spettatrice di ciò che stava accadendo, abbia giustizia rispetto a quanto accaduto».

 

 

Fonte Ufficio stampa ASD Venere San Benedetto

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Treno deraglia alle porte di Milano, perdono la vita tre donne

Redazione IMN

Terremoto, L’Aquila: Liceo ‘Cotugno’ chiuso fino al 4 febbraio

Redazione IMN

Sicurezza sul lavoro: un obbligo diventa un’opportunità

Redazione IMN