INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Incidente stradale sulla Tiburtina Valeria, “Non un’altra tragedia”

Un incidente stradale, ieri, nel primo pomeriggio, lungo la strada teatro dell'orribile morte di Sara Sforza. L'avvocato Cotturone: "Dobbiamo aspettare che accada un'altra tragedia per sistemare quella carreggiata? Mi rivolgo ai politici, che sono anche in campagna elettorale".

La Tiburtina Valeria, tra Avezzano e Celano, teatro di un altro incidente stradale, avvenuto nel primo pomeriggio di ieri. Un luogo conosciuto già per la triste vicenda dell’omicidio stradale di Sara Sforza, avvenuto il 2 gennaio scorso, per cui c’è un dibattimento in corso. Ieri, 17 giugno, un nuovo sinistro (testimoniato dalla foto in copertina) ha risvegliato qualche amara perplessità.

Sul posto, il personale di Polizia. Prende parola l’avvocato Lucio Cotturone, che sta seguendo il caso come legale del fidanzato di Sara Sforza, Alessio Vergari, rimasto coinvolto anche nel frontale mortale, seduto sul sedile del passeggero, dal quale impatto è uscito con lesioni gravissime. “Cosa dobbiamo aspettare per la sistemazione di quella strada? Che ci scappi un altro morto? – ci dice – Ho sentito tanti politici, all’epoca, che hanno parlato di migliorare la viabilità su quella carreggiata: allora, a questo punto, faccio io un appello agli amministratori, alle autorità delegate e a chi andrà in campagna elettorale, da Celano ad Avezzano: dobbiamo dar seguito alle parole. Bisogna fare azioni e non solo promesse. Perché non istalliamo dei dissuasori di velocità?”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Ortona dei Marsi, concerto d’organo del 1752

Redazione IMN

Bracco «Assurdo non finanziare la manutenzione della Superstrada del Liri»

Redazione IMN

San Benedetto, approvato Bilancio di Previsione 2020/2022

Azzeramento TARI per attività commerciali e posticipazione pagamento Tassa Rifiuti tra i punti ...
Redazione IMN