INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

In Abruzzo test Dna a casa e accessibile a tutti

Iniziativa Dante Labs, multinazionale con sede a L'Aquila specializzata nel genoma e Vitha Group, tra le maggiori società italiane nel network aziendale del benessere

Test sierologici e molecolari, Marsilio incontra il fondatore di Dante Labs

Rendere accessibili a tutti e anche a portata di mano, vista la capillare distribuzione nelle case degli italiani, i test più completi e avanzati al mondo per tracciare la mappa del Dna umano allo scopo di conoscere il proprio corpo e poter promuovere una prevenzione scientificamente testata.

È l’obiettivo di Anima Genomics, progetto realizzato all’Aquila e nato dalla collaborazione di due realtà di livello nazionale e internazionale: Dante Labs, multinazionale specializzata nel sequenziamento del Dna e nei test e tamponi covid e Vitha Group, una delle maggiori società italiane nel settore del networking aziendale.

Le caratteristiche salienti del progetto, destinato ad essere diffuso in Italia e all’estero, sono state illustrate nel corso di una conferenza stampa organizzata dai due sodalizi nel capoluogo regionale, a Palazzo Pica Alfieri: Anima Genomics sarà presentata in un evento in programma il 19 settembre alle ore 9 a Montesilvano, nel Pala Dean Martin – Centro Congressi, via Aldo Moro 6, davanti ad istituzioni e tremila “distributori”.

Testimonial del progetto e anche dell’evento il popolare presentatore televisivo Claudio Lippi, presente oggi a L’Aquila insieme ai due manager aquilani Andrea Riposati, Mattia Capulli, rispettivamente amministratore delegato e cofondatore di Dante Labs, e Marco Reato e Sandra Salvatore, rispettivamente fondatore e presidente di Vitha Group.

Tra i promotori della iniziativa anche i vertici del Tecnopolo d’Abruzzo, spazio produttivo e di ricerca che si trova a L’Aquila, dove è insediato Dante Labs, rappresentato oggi dal direttore generale, Roberto Romanelli.

Dalle prossime settimane, partirà un capillare lavoro finalizzato ad entrare nelle case delle persone, fornendo informazioni precise e, laddove richiesto, specifici kit di autoprelievo.

Il test del Dna, che è una molecola a forma di elica e si trova all’interno delle cellule, costituisce un libretto di manutenzione del proprio corpo, “in cui saranno indicati gli stili di vita da perseguire allo scopo di prevenire malattie e disturbi a cui si è predisposti geneticamente”.

“È una iniziativa straordinaria dal punto di vista della prevenzione sanitaria, è una grande opportunità per cui, soprattutto le celebrità si battono da tempo – ha spiegato Lippi -. È meraviglioso che il costo di un servizio del genere sia accessibile, come lo è la possibilità di possedere un libretto delle istruzioni personalizzato del proprio futuro e saltare tutti i tempi di attesa per la prevenzione. In queste due imprese c’è ciò che manca al Paese, il cuore e la meritocrazia. Sono orgoglioso di poter partecipare a questa iniziativa, anche perché l’Abruzzo è stato in grado di far tornare i suoi cervelli dall’estero. È straordinario che questa iniziativa nasca in una città è una regione così colpite”.

Riposati ha ringraziato “il Tecnopolo che ci ha permesso di insediarci e crescere in un clima di sicurezza. Grazie agli investimenti fatti oggi siamo arrivati al punto di rendere l’interpretazione del sequenziamento del genoma accessibile a tutti, per una vita migliore e una prevenzione personalizzata. Oggi questa conoscenza entra a casa di tutti grazie al progetto ‘Anima genomics’, realizzato in collaborazione con Vitha Group, un’altra realtà di successo, con la quale ci siamo conosciuti per caso. Ora abbiamo deciso di collaborare in modo più stretto per rendere le opportunità più efficaci e per fare in modo che le persone ricevano a casa la conoscenza genetica”.

Per Reato, “l’idea di poter avere il libretto di uso e manutenzione del proprio corpo mi ha mandato fuori di testa. Sapere di poter migliorare la qualità della vita o addirittura allungarla è straordinario. Oggi facciamo qualcosa in più, siamo prontissimi a informare le famiglie sulle opportunità della ricerca”.

Il presidente Salvatore ha spiegato “che la nostra azienda da qualche anno si sta indirizzando verso i prodotti per la prevenzione e questo progetto rappresenta in assoluto il non plus ultra sul tema. Pochi sono consapevoli della possibilità di usufruirne. Il nostro compito sarà quello di diffonderlo in modo capillare alle persone e a tutti coloro che possono trarne beneficio. Prevenire è un verbo che ci piace, puntiamo molto sulla possibilità di rendere Anima Genomics disponibile attraverso i nostri 2mila 500 operatori, 400 rivenditori autorizzati in tutto il mondo. Sarà questa la nostra mission”.

Per Romanelli, “questo è un orgoglio tutto aquilano: da questo palazzo, così antico e prestigioso, parte un messaggio importante”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

La Tekneko di Avezzano sugli schermi TV nazionali: puntata in onda il 19 marzo

Redazione IMN

Eccellenza in chiaroscuro: cade il Paterno ad Alba Adriatica, 3-1 del Capistrello sullo Spoltore

Kristin Santucci

Donazione organi: la famiglia dell’infermiera che oggi non c’è più in visita all’Ospedale di Popoli

Redazione IMN