INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV Sport

Il verdetto è servito (anche per il recupero): Plus Ultra vince di mercoledì

E’ terminata 2-1 la gara casalinga di oggi, fra le pareti – amiche per la Plus Ultra – dello Stadio comunale di Trasacco. Dopo la vittoria di domenica scorsa, avere a disposizione altri tre punti nella cassaforte delle certezze e dei bottini calcistici, significa, per la squadra trasaccana, poter pensare davvero di essere la sorpresa di questo Campionato, ora al girone di ritorno. Neoeletta, neopromossa nella parte alta della Classifica e neo forza del Girone A. Contro il Villa San Sebastiano c’è stata una rimonta avvenuta tra Primo e Secondo Tempo.

Un match affatto facile, questo, da affrontare, aggressivo e a tratti e anche discusso. Il Villa San Sebastiano ha marcato da subito il vantaggio con  un gol segnato al 15esimo minuto del Primo Tempo, affrontando da subito la gara con consapevolezza e determinazione a viso aperto. “Tre punti d’oro, molto importanti. – afferma a fine match Cristian Di Salvatore, team manager della compagine rossoblù – Definirei questa partita come un mix di azioni e di emozioni, difficile da racchiudere in un solo aggettivo. Una gara molto maschia e giocata sicuramente bene da entrambe le controparti, nonché decisa da qualche episodio chiave. Loro ci hanno bloccato al centrocampo fin quasi immediatamente, seguendo una strategia di contenimento e, allo stesso tempo, di forza e di spinta in avanti. Al 15esimo, con un paio di rimpalli, la palla e arrivata in area e c’è stata la rete del vantaggio, a svantaggio nostro”.

50327276_357719324811778_1339152476267347968_nMa la Plus Ultra non ha piegato la testa: “Da grande squadra quale siamo, non abbiamo accusato il colpo della loro rete nella morale collettiva, ma abbiamo ricominciato subito a giocare – avverte Di Salvatore – conquistando l’1-1 con Aureli (non nuovo a gol di sblocco e di rilancio delle partite) al 25esimo minuto. Il Villa San Sebastiano ha poi recriminato il nostro gol come dubbio per un discusso fuorigioco, ma l’arbitro ha sancito la “sua” verità. A mio avviso, il direttore di gara ha arbitrato abbastanza bene, anche se i nostri avversari hanno avuto più di una volta da ridire sulle scelte arbitrali già dal Primo Tempo”, dice.

E’ stato il Secondo Tempo della gara, però, incominciata con fischio di inizio, oggi alle ore 14 e 30, a consegnare alla Plus Ultra un’altra conferma di forza. “Loro sono scesi un po’ fisicamente al Secondo Tempo; con un bell’assist, infatti, Angelini, dopo una ripartenza da centrocampo, ha servito la palla ad Alessandro Bianchi, che ha messo in rete la sfera al minuto 6.  Da qui in avanti, è stata una partita molto combattuta, con poche occasioni da gol. Una squadra, devo ammetterlo, che mi ha impressionato; come ho più volte avuto modo di dire, le squadre di metà classifica sono pericolose e meritano, a livello di nomi e di gioco, di condividere senza dubbio con le prime cinque la metà altra della classifica. Con la vittoria di oggi, comunque, – aggiunge Di Salvatore – abbiamo probabilmente escluso dai giochi dei play off il Villa San Sebastiano e questo per noi significa molto ai fini del giudizio finale, per il salto di categoria. Ha, nonostante tutto, un potenziale davvero enorme”.

“La vittoria, alla fine, credo che sia più che giusta, per quanto ci riguarda. Non abbiamo pensato tanto alle parole, ma, a testa bassa, abbiamo affrontato la sfida in silenzio. – dice ancora Cristian Di Salvatore – l’unica differenza questa, forse, tra noi e loro”. L’Aquila, oramai, svetta al di sopra di tutte le altre sorelle del calcio di Prima, con i suoi 45 punti conquistati sicuramente con facilità sul campo, “padrona del suo destino”, come dice bene Di Salvatore. Ma subito dopo di lei, però, c’è la vera corsa di Prima Categoria. “Ora noi pensiamo a noi stessi e non agli altri. – conclude il team manager – Nel girone di andata, abbiamo capito che ogni squadra, dalla seconda posizione alla quinta, ha il destino segnato per sé. Noi siamo consapevoli di noi stessi ed il Campionato è lungo. Come obiettivo finale, cercheremo di arrivare più in alto possibile. Siamo contenti, è vero, ma non ci vogliamo ancora accontentare”.

Notizia a cura dell’addetta stampa Mersia Angelini 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Regione Abruzzo, sì al taglio dei vitalizi: ecco tutte le riduzioni

Gioia Chiostri

Terremoto: un gruppo di psicologi dall’Abruzzo a sostegno dei terremotati

Redazione IMN

23° Festival di Avezzano: ecco i destinatari del Premio Civiltà dei Marsi 2017

Redazione IMN