INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS SLIDE TV

‘Il Cappello delle donne’ che aiuta le donne: oggi è il giorno del debutto

Tutto pronto per la prima edizione del festival ‘Il Cappello Delle Donne’ che prenderà il via questo sabato, a partire dalle 17.00, presso il piazzale antistante la chiesa di Santa Lucia a Magliano dei Marsi. La rassegna, ideata e realizzata dalla Casa delle Donne nella Marsica, centro antiviolenza e casa rifugio di Be Free coop. soc. contro tratta violenze e discriminazioni, si è avvalsa della collaborazione di un copioso gruppo di lavoro e una neonata associazione di promozione sociale, “Presenza Femminista”, che verrà presentata in occasione della serata di sabato. L’evento vedrà esibirsi numerosi musicisti e cantanti nella formula “a cappello”; la moneta che entrerà nel cappello (il cui ricavato sarà devoluto alla Casa delle Donne nella Marsica) non sarà beneficenza e nemmeno il prezzo d’un biglietto, quanto piuttosto il frutto di una riflessione, l’adesione a un’idea di libertà e autodeterminazione.

festivalOltre alla musica saranno protagonisti la letteratura,la pittura (con un’esposizione all’interno della bellissima chiesa di Santa Lucia – curata da Mars’Arte – e una piccola estemporanea all’aperto) e il gioco, con uno spazio tutto dedicato ai bambini e curato da Officine Sinergiche con il loro ludobus e i loro giochi in legno. Il teatro, con alcune “incursioni” e un breve spettacolo che farà anche sorridere,sarà il filo conduttore dell’evento, andrà in scena infatti la “mise en espace” (lettura scenica) dal titolo “Femminismo 2.0 – istruzioni per l’uso del nuovo femminismo unisex targato anni 2000” curata da Antonietta Bello; insieme a lei gli attori Silvia Salvatori, Alberto Santucci e Alessandro Martorelli, che da subito hanno aderito con entusiasmo e partecipazione (verranno recitati i testi di Carla Lonzi, Luce Irigaray, Lorenzo Gasparrini). Presenti, inoltre, gli scarabocchi di Maicol & Mirko, la disegnatrice e illustratrice Valeria Poropat, un’illustrazione di Violinoviola regalata al Festival, un’illustrazione donata alla Casa delle Donne nella Marsica da Alleg e tanti altri! Il festival si avvarrà anche di un allestimento ad opera di Chiara Curci, mentre per il vincitore della prima edizione del cappello ci sarà una creazione della pittrice e scenografa Helena Calvarese, con la sua associazione H&M.

Ovviamente non mancheranno punti ristoro dove si potranno degustare cibi genuini a chilometro zero, vino di alta qualità e ottime birre artigianali.Gli ideatori del festival, che nasce proprio quest’anno, desiderano fortemente portarlo di città in città, coinvolgendo le amministrazioni comunali, le associazioni e i cittadini che entreranno in contatto con esso, rappresentando un’occasione di condivisione e sensibilizzazione su temi attuali che coinvolgono. La Casa delle Donne nella Marsica opera da più di due anni sul nostro territorio e rappresenta un progetto essenziale e vitale per la Marsica, affiancando numerosissime donne di ogni età che vivono situazioni di violenza fisica, psicologica, economica e sessuale. Scopo essenziale della rassegna è sostenere la Casa e il delicato lavoro che svolge per le donne. Per questa prima edizione de “Il Cappello delle Donne”, un ringraziamento particolare va al Comune di Magliano de’ Marsi, nelle persone della sindaca Mariangela Amiconi, del vice sindaco Domenico Cucchiarelli e dell’assessora alla cultura Valeria Gentile, alla Proloco di Magliano de’ Marsi e ai due main sponsor: birra Nastro Azzurro e COOP – Centro Italia, la quale già da tempo sostiene fattivamente e costantemente il progetto del centro antiviolenza con numerose iniziative. Menzione di rilievo anche perKina “Adesivi Murali”, Conapi L’Aquila, Associazione H&M, Elisabetta Sartoria, Malandra Strumenti Musicali, LCL e Peperonitto Film.

Fonte e foto di: Casa delle Donne nella Marsica

Altre notizie che potrebbero interessarti

Hotel Rigopiano, l’analisi dell’Ordine dei Geologi: «Ricostruzioni inopportune e premature»

Redazione IMN

Rametta e Barbarossa al provino per la Samp, parla il “piccolo torello”: «Comincia un percorso»

Redazione IMN

L’Aquila, sorveglianza speciale per un 32enne romeno con precedenti penali

Redazione IMN