INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV Sport

Il Capistrello cade e si rialza: granata al secondo posto

Bisegna e Venditti ribaltano la Virtus Cupello: scavalcato il Lanciano alle spalle del Castelnuovo

Il Capistrello cade e si rialza: granata al secondo posto

Il Capistrello sa soffrire. Sa rialzarsi e vincere le partite sporche. I granata lanciano il primo, vero segnale forte al campionato, battono in rimonta una buona Virtus Cupello e si portano al secondo posto in classifica, approfittando del passo falso del Lanciano, fermato al Guido Biondi sullo 0-0 dalla Renato Curi Angolana. Una marcia trionfale che vede nello Stadio Comunale il vero punto di forza dei roventani: cinque vittorie su sei, soltanto due gol subiti se si esclude la debacle contro il Castelnuovo. Il terzo successo di fila vale ad Antonio Torti la consapevolezza di avere tra le mani una rosa costruita in maniera impeccabile, in grado di soffrire, compattarsi e reagire.

Contro una Virtus Cupello che veniva da tre ko consecutivi (cinque nelle ultime sei), i granata vanno sotto dopo un quarto d’ora con il rigore procurato e trasformato da Battista (il migliore dei suoi) e rischiano più volte il tracollo, evitato soltanto da un ottimo Di Girolamo (decisivo in almeno tre circostanze). La svolta arriva nell’intervallo, quando Torti lascia negli spogliatoi i deludenti Dosa e Di Curzio per Di Francescantonio e Salvini. I due, con Camara ad agire da perno offensivo, danno più pericolosità alla manovra, impreziosita dalla qualità di Bisegna e Dei Meis (subentrato a Franchi) a centrocampo. L’episodio decisivo al 64’: Camara scappa via sulla linea del fuorigioco, il portiere cupellese Tascione gli frana addosso e rimedia il rosso. Con il vantaggio di un uomo i granata dilagano. Al 27’ Fasoli atterra in area uno scatenato Camara: rigore realizzato splendidamente da Bisegna. 1-1. Dieci minuti e Venditti estrae il coniglio dal cilindro. Il terzino parte largo, si accentra e fa partire un destro incredibile dai trentacinque metri. Palo, schiena del portiere e palla in rete: 2-1. Rimonta completata. L’anti Castelnuovo, almeno per una settimana, è il Capistrello.

Domenica prossima, altro test probante per i roventani, attesi da una Torrese costretta a vincere per riagganciare le zone nobili della classifica e riscattare il ko subito sul campo
dello Spoltore. Con la consapevolezza che, questo, è un grande Capistrello.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Avezzano Calcio: chi prenderà il posto di mister Giampaolo?

Veronica Di Giovanni

“Bimbinbici”, sabato a Magliano la ginkana dedicata ai più piccoli

Redazione IMN

Elicottero precipitato, recuperato il registratore di volo: a breve la dinamica dell’incidente

Redazione IMN