INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Il Cammino Grande di Celestino, inaugurazione a Sulmona

Un percorso di 225 km dal cuore dell'Abruzzo al mare Adriatico

Nel novembre 2021 a L’Aquila, con la Regione Abruzzo, il Parco Nazionale della Maiella lanciò l’idea di trasformare lo storico Cammino di Celestino alla Maiella in un grande tracciato che congiungesse i luoghi del Papa eremita e che entro il Giubileo del 2025 collegasse Roma a Vieste.

Domani, 22 giugno, nella chiesa di Santo Spirito nella Badia Morronese a Sulmona (L’Aquila), sarà presentata la piena operatività delle nuove tappe che andranno dall’Aquila a Sulmona e da Serramonacesca (Pescara) a Ortona (Chieti), un percorso di 225 km circa dal cuore dell’Abruzzo al mare Adriatico attraverso la Valle dell’Aterno tra paesi medievali e siti archeologici, la Valle Peligna e la Maiella; e da qui, tra gli eremi e i santuari della Montagna Madre, fino al mare a Ortona.

Un risultato frutto della piena sinergia tra Parco Nazionale della Maiella, Consiglio regionale d’Abruzzo e Parco Regionale del Sirente Velino, con un fondamentale supporto dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere.

Sono previsti gli interventi, coordinati dal direttore del Parco della Maiella Luciano Di Martino, del sindaco di Sulmona Gianfranco Di Piero, della direttrice regionale dei Musei Abruzzo Federica Zalabra, del presidente del Parco nazionale della Maiella Lucio Zazzara, del presidente del Parco regionale Sirente Velino Francesco D’Amore, dei presidenti della Giunta regionale d’Abruzzo Marco Marsilio e del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri. Seguirà l’esibizione del Coro dell’Accademia di Pescara con il pianista Alberto Ortolano, diretti da Pasquale Veleno.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Atto vandalico nella notte ai danni di Alfatti Appetiti

"Il vetro della mia auto in frantumi. Non è stato portato via nulla"
Redazione IMN

Martinsicuro: arrestato 26enne tunisino per possesso di droga

Redazione IMN

LFoundry, dura presa di posizione dei sindacati

"Aumentare le ore lavorate con gli stessi soldi, e dobbiamo anche ringraziare?"
Redazione IMN