INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

I sorrisi ritrovati di Montereale: oggi l’inaugurazione del servizio psicologico a sostegno della popolazione terremotata

Un servizio di sostegno psicologico, ascolto e vicinanza alle popolazioni delle aree colpite dal sisma.

Dal 2 maggio prossimo, infatti, a Montereale, grazie a un’iniziativa in tandem Asl-Ordine regionale psicologi, verrà avviata un’attività di psicoterapia, assicurata da 2 specialiste, per aiutare concretamente la comunità di Montereale e gli altri Comuni vicini  (Capitignano, Camporotondo, Barete e Pizzoli) a superare lo shock sulla psiche causato prima dal sisma di Amatrice (24 agosto 2016) e poi dalla scossa del 18 gennaio scorso.  Il nuovo servizio Asl (dal lunedì al venerdì, 40 ore a settimana), all’interno del poliambulatorio del distretto sanitario di Montereale, è stato presentato oggi, sabato 29 aprile, all’interno del Musp (moduli ad uso scolastico provvisorio) della scuola media di via Condotti.

IMG_7554Erano presenti, tra gli altri, Rinaldo Tordera, Manager della Asl, Paolo Manfreda e Sergio Galbiati,  rispettivamente presidente e procuratore della Fondazione ordine regionale psicologi abruzzesi, il presidente dello stesso ordine professionale regionale, Tancredi Di Iullo e il sindaco di Montereale, Massimiliano  Giorgi. Sono intervenuti i primi cittadini di  Barete, Leonardo Gattuso, di Pizzoli, Gianni Anastasio, di Capitignano, Maurizio Pelosi e di  Cagnano Amiterno,  Iside Di Martino. L’avvio dell’attività dal titolo:  ‘Non lasciamoli soli’ è frutto di un lavoro sinergico tra la Asl, che ha messo a disposizione competenze specialistiche e strutture logistiche, e Fondazione dell’ordine degli psicologi che ha ideato  l’iniziativa e raccolto i fondi per concretizzarla. «E’ un’iniziativa straordinaria – ha detto il Manager Asl, Tordera – nata dall’eccezionale passione dei medici del settore e dalla generosità di tanti soggetti, pubblici e privati. Su questo territorio la Asl ha già investito molto per stare il più possibile vicino alle popolazioni colpite dal sisma a cominciare, per esempio, dalla residenza sanitaria locale la cui attività, a causa delle scosse, è stata trasferita all’Aquila, in attesa di eseguire i lavori di messa in sicurezza dell’edificio».

Con  borse lavoro sono state reclutate due  psicologhe che, dal prossimo 2 maggio, nel distretto sanitario di Montereale, prenderanno in carico i residenti che, tra i Comuni dell’area, hanno bisogno di essere seguiti con un programma di psicoterapia.   Le due specialiste, che si occuperanno dei traumi post terremoto, sono Fabiana Bizzoni (che è di Amatrice) ed Emanuela Ciciotti.  Il nuovo servizio Asl avrà un a durata  di 6 mesi ma azienda  sanitaria e Fondazione dell’Ordine degli psicologi sono già al lavoro per cercare di prolungare oltre questa scadenza. Grande soddisfazione del sindaco di Montereale, Giorgi. «Un forte ringraziamento per questa iniziativa – ha detto il primo cittadino – va alla direzione della Asl, che ha dato la propria disponibilità sin dalle prime emergenze sismiche, e all’ordine degli psicologi. Si tratta di un servizio di enorme  importanza per il territorio, soprattutto per i più piccoli, i più esposti alle conseguenze del trauma».

Fonte: Ufficio Stampa Asl 1

Foto di: Gioia Chiostri

 

 

 

 

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

22 milioni di euro di risorse a disposizione della cultura: anche in Abruzzo ambienti didattici innovativi

Redazione IMN

VIDEO. Ospedale Sulmona: le OSS chiedono incontro sindacale, dopo revoca gara per nuove apparecchiature

Kristin Santucci

Provincia, Camilli: «Non ho votato all’Assemblea dei Sindaci e al Consiglio per evitare paralisi amministrativa»

Redazione IMN