INFO MEDIA NEWS
Attualità Cultura NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

I Cammini dello Spirito della Majella e del Morrone per l’Unesco

La candidatura al riconoscimento come patrimonio culturale, ambientale, religioso e valoriale

Il riconoscimento da parte dell’Unesco de “I Cammini dello Spirito della Majella e del Morrone” come patrimonio culturale, ambientale, religioso e valoriale, è l’obiettivo dichiarato del nuovo Comitato costituito dal direttivo del Parco Nazionale della Majella.

Nella riunione dei giorni scorsi a Pescara, il comitato ha individuato un punto cardine del progetto sugli Eremi Celestini che trovano la definizione idonea in Paesaggio Culturale Associativo. In questo modo il progetto riguarda non tanto i singoli Eremi ma l’intero paesaggio culturale che inquadra gli Eremi non più come aree perimetrali ma come aspetti immateriali di un patrimonio ambientale, culturale e naturalistico.

Sulle tracce di Pietro Angelerio da Morrone, quando era ancora eremita prima di diventare Papa Celestino V, il Comitato ha posto l’attenzione su una nuova spiritualità di Celestino V che «non va confinata nella fede cristiana ma deve avere un carattere di universalità, cosicché l’essenza dello stesso monaco è stata proprio quella di vivere la divinità nella Natura, all’aperto, al di fuori dalle scure chiese gotiche».
LS

Altre notizie che potrebbero interessarti

Migliorano le condizioni di Giorgio Tirabassi

L'attore è ricoverato all'Ospedale di Avezzano
Redazione IMN

Veniva da Rosciolo dei Marsi il Charlie Chaplin italiano

Daniela Musini racconta l’abruzzese con la valigia di cartone
Redazione IMN

VIDEO. L’Atletico Civitella si proietta in Prima Categoria: gruppo confermato e nuovi giovani

Kristin Santucci